Fedez, esce ‘Bella storia’: «Mai sottovalutare l’amore», il testo della canzone

Annunciato con tanto di cambio di look, dal 25 settembre è disponibile ‘Bella storia’, il nuovo singolo di Fedez. Ascolta il brano e leggi il testo della canzone.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Da venerdì 25 settembre è in radio e disponibile negli store digitali Bella storia, nuovo singolo di Fedez. Annunciato sui social con tanto di capelli rosa e il simbolo della pace rasato sul capo, il brano è prodotto da d.whale e riporta a suoni elettropop Anni Ottanta.

Un nuovo viaggio, dunque, che arriva dopo l’ispirazione Nineties di Bimbi per strada già certificato Disco di Platino FIMI/Gfk. In Bella storia Fedez racconta lo spirito di chi vuole buttarsi a capofitto in una relazione per viverne al massimo ogni attimo.

E come per il singolo insieme a Cara Le feste di Pablo, anche stavolta Fedez ha scelto di introdurre il brano con un breve speech video pubblicato su Instagram. “Alle cinque di mattina l’aria profuma persino a Milano – esordisce nella clip per le vie della città meneghina – È un buon momento per schiarirsi le idee.”

Dove stiamo andando? Ci stiamo gradualmente trasformando in un triste carnevale di loghi e simboli e io credo di esserne un ottimo testimonial.

“Ok va bene lo accetto ma se proprio devo cucirmi addosso un simbolo voglio essere quello della pace. – continua nel post Siate gentili, la violenza non ha mai fatto ridere. Mai sottovalutare l’amore: siamo ancora vivi no? E allora usiamolo questo c***o di cuore. Bella storia.”

LEGGI ANCHE: ‘Zerosettanta’, Renato Zero: «Non è il mio funerale, ma la mia rinascita»

Fedez: il testo di ‘Bella storia’

Penso spesso all’inizio di tutto
Questo penso spesso all’inizio di tutto
Questo penso spesso alla fine di tutto
ma tu puoi darmi di più

Baciarci dopo aver litigato
Farfalle sopra un campo minato
Il tuo sguardo mi uccide
m ricordi lo stato
Sei la cosa giusta ma per l’uomo sbagliato

Noi che proviamo a fuggire da qua
Sembrava un film ma era pubblicità
Amami sottovoce,
se no ti rubano l’idea

Potremmo toglierci tutto come i figli dei fiori
e fare l’arcobaleno con i colori dei soldi
Scopare nel letto dei tuoi genitori
Fare più scena del crimine
E invece restiamo freddi
Due stanze, due letti
Ti asciughi i capelli
Io fumo confetti
Mi prende la mano
ci metto più curry
e ci viene da ridere

Penso spesso all’inizio di tutto
Questo penso spesso…

Che spreco disumano
non baciarsi da un po’
Possiamo fare fuoco come nelle banlieues
Possiamo fare bella storia bella
Storia bella, storia bella
Se non sentiamo male
non ci sentiamo vivi
Prende bene quando
vieni e sorridi
Possiamo fare bella storia bella
Storia bella, storia bella

E il vicino ci sente:
A che pensi vicino, a che pensi?
Che non è male la musica
Ho preso pure il gelato
ma che palestra e palestra
vieni qui che giochiamo
mentre fuori diluvia

Potremmo prendere un taxi
come De Niro
Spegnere tutte le luci a San Siro
Non mi passerai mai come l’ultimo tiro
Fai più scena del crimine…

Che spreco disumano
non baciarsi da un po’
Possiamo fare fuoco come nelle banlieues
Possiamo fare bella storia bella
Storia bella, storia bella
Se non sentiamo male
non ci sentiamo vivi
Prende bene quando
vieni e sorridi
Possiamo fare bella storia bella
Storia bella, storia bella

Bella storia bella
Storia bella, storia bella [x2]

Penso spesso all’inizio di tutto
Questo penso spesso all’inizio di tutto
Questo penso spesso alla fine di tutto
ma tu puoi darmi di più

Bella storia bella
Storia bella, storia bella
Se non sentiamo male
non ci sentiamo vivi
Prende bene quando
vieni e sorridi
Possiamo fare bella storia bella
Storia bella, storia bella

Foto da Ufficio Stampa Wordsforyou srl