Liliana Fiorelli: fuori il video di ‘Giorno Zero’, singolo d’esordio dell’artista romana

Liliana Fiorelli – classe 1990, romana – ha da poco esordito con il suo primo singolo: ‘Giorno Zero’. Il singolo, prodotto da Alessandro Forte (Aiello, […]
- - Ultimo aggiornamento
Liliana Fiorelli: fuori il video di ‘Giorno Zero’, singolo d’esordio dell’artista romana

Liliana Fiorelli – classe 1990, romana – ha da poco esordito con il suo primo singolo: ‘Giorno Zero’. Il singolo, prodotto da Alessandro Forte (Aiello, Galeffi, Mameli, Scrima, Valucre) presso gli studi Pepperpot di Roma, è un brano pop dal ritmo estivo e confortante, caratterizzato dal tema principale dell’ukulele, arricchito con synth e sfumature beat anni ‘80/90’.

CREDITS ‘Giorno Zero’

Testo Liliana Fiorelli

Musica Liliana Fiorelli, Alessandro Forte

Produzione artistica Alessandro Forte

Registrato, missato e masterizzato da Alessandro Forte presso Pepperpot Studio (Formello, Roma)


Ph. Elsa Campini
via Ufficio Stampa Melograno


CREDITS videclip ‘Giorno Zero’

Regia di Giacomo Spaconi

Di e con

Liliana Fiorelli

Roberta sardella

E Paolo Camilli

Make Up Erica Peruggi

Aiuto Regia Claudia Nanni

Location manager e backstage Elsa Campini

“Giorno Zero” Liliana Fiorelli per Rivoluzione Dischi

Produzione musicale – Pepperpot Studio

Produzione artistica – Alessandro Forte

Ufficio stampa – Melograno (Edoardo Siliquini)

Distribuzione – Pirames International


TESTO

Come la prima volta

Binario 6 di Tiburtina

Persa in mare direzione Corsica

Vieni con me, Yvonne, è già mattina

In vespa senza meta come Nanni

Poi in quel bar di Napoli che danni

Riempire un cinema dei nostri baci

In foto no, ma dal vivo mi piaci

E l’acqua è fredda ma il cuore no

Senza il costume ma che ce ne fotte

Tu sorridi, sei rimasta a riva

Voglio partire, non Partiva Iva

Questo è il nostro giorno zero

È un abbraccio sincero

Le cose che voglio fare

Baciarti, lasciarti respirare

Questo è il nostro giorno zero

Ora ti sento davvero

E non c’è niente di male

A scoprire il bello della vita normale

Noi e l’amaro Camatti

Accarezzare in strada tutti i gatti

Non c’è partita ma scappo allo stadio

Mi manca il campo, la voce alla radio

Tornare dai miei nonni a Lerici

E l’allergia di maggio nelle narici

Un mese fa era il tuo compleanno

Festeggiamo oggi, ci capiranno

Venezia, Londra, Canada, Milano

La libertà di prenderti per mano

Sempre che non viene il meteorite

Ma che ci frega se restiamo unite

Questo è il nostro giorno zero…

Vederci e dirti non mi sei mancata

La lontananza è stata una salvata

Non era amore, solo abitudine

È la lezione della solitudine

Cantare a voce graffiata Battisti

Scappo da te, mi prendo tutti i rischi

E dirti che ti amo anche se

Su TikTok hai tirato fuori il peggio di te

Questo è il nostro giorno zero…