Pineapple Thief: ‘Demons’ è il nuovo video

In attesa dell’uscita del nuovo album, 'Versions of the Truth' (4 settembre) ecco il video del primo singolo, 'Demons'. Fra altalenanti emozioni e cenni autobiografici il caos della società contemporanea.
- - Ultimo aggiornamento

The Pineapple Thief, una delle più importanti band post rock/prog britanniche (attiva dal 1999),  hanno annunciato il loro nuovo album, Versions Of The Truth, in uscita il 4 settembre su Kscope (distribuzione Audioglobe). La formazione inglese ha anche condiviso il nuovo brano Demons ed il suo video, diretto da George Laycock e prodotto da Blacktide Phonic/Visual, primo estratto dal prossimo album.

Demons è un viaggio profondo che si muove tra paesaggi sonori ampi e dilatati e armonie riflessive e contagiose, in cui melodie delicate raggiungono vertici coinvolgenti, sottolineati da esotiche aperture orchestrali e alimentate da parti vocali di grande carica emotiva.

«Il testo di Demons parla da solo. – spiega il frontman Bruce Soord – È un sentimento molto semplice, ma in realtà era abbastanza difficile da interpretare quando si trattava di cantare. È stata una delle prime canzoni che abbiamo scritto per il nuovo album e le emozioni che hanno alimentato il brano erano ancora molto acerbe all’epoca. Mi piacerebbe pensare che scrivere canzoni come questa possa essere catartico, ma in realtà quei demoni non vanno mai via e per questo bisogna imparare a conviverci».

Più in generale, l’album si pone come uno specchio del caos e del conflitto della vita del XXI secolo e cerca di dare un senso ai riflessi distorti che percepiamo. Il titolo dice tutto: questa è la colonna sonora di un mondo post-verità. L’oscuro inno della title track apre l’album e getta il seme di quello che verrà. I temi dell’album si riflettono anche sul suo artwork: un’acquaforte del compianto artista tedesco Michael Schoenholtz raffigurante una serie di forme cinetiche e astratte che sembrano rivelare un’immagine diversa a chi la guarda. Prodotto dai quattro membri della band, Soord e Harrison più il bassista Jon Sykes e il tastierista Steve Kitch, Versions Of The Truth è sicuramente un album molto atteso che  non mancherà di  consolidare la fama di una delle band più interessanti e valide del  panorama indie internazionale.