Festival della diplomazia: ecco come i libri del passato ci aiutano a capire il futuro

Video
Il Festival della Diplomazia, giunto alla sua decima edizione, si snoda in molteplici location su tutta Roma. Abbiamo assistito all’incontro […]
loading

Il Festival della Diplomazia, giunto alla sua decima edizione, si snoda in molteplici location su tutta Roma. Abbiamo assistito all’incontro “Libri del passato per capire il futuro”.

Attraverso la lettura dei libri “La prima radice” di Simone Weil e “Obbedienza e resistenza” Alessandro Passerin d’Entrèves, si tende a recuperare il valore di insegnamenti che, pur arrivando da un passato più o meno recente, sembrano attuali e calzanti per comprendere al meglio l’identità europea e l’ordine internazionale nelle sfide del presente.

Ecco le interviste a due relatori – Gian Paolo Manzella e Michele Gerace – e al moderatore, Enzo Maria Le Fevre.

Il Festival della Diplomazia: la decima edizione

Dopo il successo della precedente edizione, capace di raccogliere 79 eventi con quasi 400 speakers e di superare la quota di 10.000 presenze di pubblico, dal 17 al 25 ottobre 2019 a Roma, presso diverse sedi istituzionali e ambasciate, arriva la decima edizione della prima manifestazione al mondo dedicata alla diplomazia, alla geopolitica e alle relazioni internazionali.

Organizzato con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e di Roma Capitale, il Festival della Diplomazia, è ormai un classico appuntamento per la Comunità Diplomatica presente nella città, che s’incontra e dibatte in sedi istituzionali e luoghi “altri”, e rende Roma assoluta protagonista della discussione e dell’analisi geopolitica e diplomatica.

Facebook Comments