Niccolò Fabi emoziona con il nuovo singolo ‘Andare oltre’: il testo

Nuovo singolo e nuovo video per Niccolò Fabi, che pubblica ‘Andare oltre’ in attesa del concerto evento all’Arena di Verona. Ecco il testo e il video ufficiale.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Si intitola Andare oltre (BMG) il nuovo singolo di Niccolò Fabi, disponibile da venerdì 2 settembre a tre anni dall’ultimo album ‘Tradizione e Tradimento’. Continua, ora, il racconto personale e sperimentale del cantautore, che questa volta porta con sé un’orchestra sinfonica di trentacinque elementi.

«E intanto sono già al di là del ponte / La mia condanna lo sai è Andare oltre», canta Fabi in una commovente canzone d’amore. Diretto per la prima volta dal Maestro Enrico Melozzi, con la sua Orchestra Notturna Clandestina, Niccolò si immerge in un viaggio introspettivo che parla di ripartenza. È la capacità di rialzarsi e rimettersi in gioco, di ricominciare dopo una separazione, uno dei momenti più delicati e fragili da attraversare.

Ad accompagnare il singolo, è disponibile anche il videoclip ufficiale realizzato da Valentina Pozzi, mentre la copertina è un’illustrazione firmata da Shirin Amini. Con Andare oltre, Fabi prende per mano il suo pubblico e lo porta con sé in attesa del concerto evento del 2 ottobre all’Arena di Verona, con cui  celebrare i primi venticinque anni di parole e musica.

Per la prima volta dal solo sul palco dell’anfiteatro più antico d’Italia, Niccolò Fabi proporrà le canzoni del suo repertorio in nuova veste orchestrale. I biglietti per il concerto, prodotto e organizzato da Magellano Concerti, sono disponibili nei circuiti di vendita e prevendita abituali (qui).

LEGGI ANCHE : – Annalisa, esce ‘Bellissima’: il testo della canzone

Niccolò Fabi: il testo di ‘Andare oltre’

E poi ricominciare da capo
ad uscire la sera
a comprarsi i vestiti
ai rituali dei corteggiamenti
agli inviti a cena nei ristoranti
alla paura di restare a casa
a volere piacere
a mascherare il dolore

E poi aprirsi di notte in un letto
entrare in un corpo diverso
un sonno leggero
con un estraneo al tuo fianco
e quel pensiero dopo il risveglio
che ti accompagna mentre scendi le scale
sarà una stella cadente
o una storia per sempre?

Tu mi perdonerai mai?
Sì che mi perdonerai
Tu mi perdonerai mai?
Sì che mi perdonerai

E poi raccontarsi di nuovo
le vacanze d’infanzia
Gli amori passati,
i film preferiti
e i traumi subiti
Ma la vita è ormai lunga
come le sue complicazioni
le strutture mentali,
i doveri e le cicatrici

Permettere a un altro
di occupare il nostro spazio
e di guardarlo da dentro
dentro i confronti e le sostituzioni
Un altro che vive con i nostri fantasmi
e che ci spinge verso il futuro
sfida il nostro equilibrio
e ci toglie il respiro

Tu mi perdonerai mai?
Sì che mi perdonerai
E io mi perdonerò mai?
Sì che mi perdonerò (Oh)

E intanto sono già al di là del ponte
La mia condanna lo sai è andare oltre
Andare oltre [x4]

Foto di Simone Cecchetti da Ufficio Stampa P&D