Fast Animals and Slow Kids in tour: «Come suonare per la prima volta»

I Fast Animals and Slow Kids si preparano all'È Già Domani Tour. La nostra intervista a Aimone Romizi e Alessio Mingoli.
- - Ultimo aggiornamento
loading

I Fast Animals and Slow Kids tornano live con È Già Domani Tour, e stavolta con capienza 100%. Per la rock band perugina è un ritorno in piena regola ai concerti pre-pandemia, forti della parentesi acustica e dell’album È Già Domani.

«Ci sembra di buttar fuori quanto accumulato in anni e anni. – ci dice Aimone Romizi – Il tour dell’estate scorsa era acustico, bellissimo e molto intimo. Ma è come se non avessimo finito di dire le cose. Ora ripartire con un tour, come ce lo eravamo immaginati l’ultima volta, è una roba veramente incredibile. Ci dà estrema speranza e ci carica. Lo abbiamo immaginato per tantissimo tempo e progettato da anni. Siamo anche curiosi di capire come sarà. E siamo speranzosi».

LEGGI ANCHE: Fast Animals and Slow Kids, grande successo per il tour acustico ‘Dammi più tempo’

Padova, Bologna (concerto spostato nella nuova location dell’Estragon) e Parma, intanto, sono già sold out. E – per ogni data – i FASK hanno deciso di invitare ad aprire i loro concerti (ad eccezione della prima data di Parma) una band, un artista con cui sono felici di condividere questo momento di ripartenza della musica dal vivo.

Fast Animals and Slow Kids

«Il tour austico che ci ha lasciato tanto. – ci spiega Alessio Mingoli – Ora è tempo di un tour elettrico e rock’n’roll, ma alcuni canali comunicativi ci piacerebbe mantenerli. Ci piacerebbe che il live fosse come un’onda, che viva di momenti diversi. Stiamo di nuovo arrangiando tanti pezzi»

Il «concetto di onda è importante», ci dice del resto Aimone, riferendosi a un «blocco del monolite».

«Ci siamo resi conto che il concerto è più una mareggiata. Qualcosa che arriva e gode di picchi enormi, ma anche di momenti di distensione. Il mare te lo devi godere. Abbiamo quindi progettato un live che viva di tutto, per urlare fuori la rabbia ma anche per sussurrarci all’orecchio qualcosa che ci faccia stare bene».

E inoltre – aggiunge Alessio – «agli inizi i concerti erano più concentrati, era un’ora di fuoco. Ora che si allunga, due ore di fuoco sono impegnative». Pur con le dovute discussioni sulla scaletta («Un inferno in terra», la definisce Aimone), i FASK sembrano comunque d’accordo sull’importanza di un tale ritorno al live.

«Torna l’idea del concerto. – chiosa Aimone – Poi tutto è musica e il concerto si riduce a una sensazione emotiva. Che sia in piedi o seduto poco cambia. Però è strano. Sarà come suonare per la prima volta».

Fast Animals and Slow Kids, le date live

Questo il calendario aggiornato degli appuntamenti dell’È Già Domani Tour (prodotto da Vivo Concerti) e gli ospiti invitati dai FASK:

7 aprile 2022 PARMA Campus Industry Music SOLD OUT
9 aprile 2022 BOLOGNA Estragon SOLD OUT opening: Her Skin
12 aprile 2022 PADOVA Hall SOLD OUT opening: JacksonPollock
15 aprile 2022 FIRENZE Tuscany Hall opening: Tonno
19 aprile 2022 TORINO Teatro della Concordia opening: Sasso
30 aprile 2022 NAPOLI Casa della Musica opening: I Botanici
3 maggio 2022 ROMA Atlantico opening: Elephant Brain
6 maggio 2022 MILANO Fabrique opening: Santi Francesi e Labra-dors