Matteo Romano a Sanremo con ‘Virale’: «Canto un amore totalizzante»

Matteo Romano ci racconta il brano 'Virale' che porterà a Sanremo 2022 e cosa lo attende nei prossimi mesi.
- - Ultimo aggiornamento
loading

È passato poco più di un anno da quando Matteo Romano è arrivato di gran carriera nella discografia italiana, grazie al brano Concedimi. 19 anni e visceralmente legato al suo pianoforte, la storia di Matteo è sorprendentemente contemporanea: il successo è arrivato grazie ai social, alla viralità di TikTok, e poi la firma con un’etichetta, Sanremo Giovani e ora – sorprendentemente – il palco dell’Ariston.

LEGGI ANCHE: Matteo Romano, da TikTok ai vertici degli ascolti: «Spero sia solo l’inizio»

«Non mi aspettavo di arrivare terzo a Sanremo Giovani. – ci racconta – Speravo di passare, ma quando ho visto che passavano due ragazzi, per di più della mia stessa etichetta discografica, mi davo già per sconfitto. Mi ero arreso, quindi quando hanno fatto il mio nome ero sorpreso. Ora sto provando emozioni forti. Mi rendo conto di ciò che sto facendo e del contesto e sicuramente ne sento la responsabilità, essendo uno dei pochi rappresentanti della mia generazione».

A Sanremo Giovani, Matteo Romano ha portato Testa o Croce (il cui video è stato girato a Tarquinia), mentre tra qualche giorno ascolteremo l’inedito Virale, una ballad pop prodotta da Dario Faini (in arte Dardust).

«L’incontro con Dardust è stato molto piacevole – racconta Matteo – perché è una delle persone che ammiro di più nel panorama musicale italiano. Abbiamo fatto insieme alcune session e lo ammiro molto. È molto professionale e mi rispecchio nel suo metodo di lavoro. Credo sia una metafora della mia esperienza personale».

A proposito di esperienze personali, Virale attinge a piene mani dalla vita del giovane cantautore che si dichiara «fidanzato».

«In Virale parlo di questo amore quasi totalizzante, talmente forte che sembra non uscire più dalla testa. Il confronto con la musica è naturale, perché è come una canzone virale che non ti abbandona mai. Il sentimento funziona nello stesso modo. Avevo trovato un termine tedesco che esprimeva bene questa sensazione. È ciò che provavo rispetto a una relazione che sto vivendo».

Matteo Romano

Matteo Romano, la cover a Sanremo con Malika Ayane

Per la serata delle cover, Matteo Romano ha scelto Your Song di Elton John, che canterà insieme a Malika Ayane.

«La scelta di Malika è nata dalla scelta del brano. – ci dice Matteo – A me piace l’inglese. Mi sarebbe piaciuto portare al Festival un brano in italiano, ma sapevo che tutti avrebbero fatto la stessa scelta e credo non sarebbe stato d’impatto rispetto agli altri. Ho pensato fosse interessante quindi portare qualcosa in inglese. Tra le tante canzoni ho scelto Your Song. Mi rispecchio molto nella figura di Elton John, quantomeno nell’immagine del cantautore con il pianoforte. Malika è stata scelta dal brano, credo sia in grado di farlo in modo emotivo e personale».

Dopo Sanremo, poi, arriverà finalmente un progetto discografico.

«C’è un progetto discografico e non vedo l’ora. Uscirà o un Ep o un disco, dipende da come andrà questa esperienza. Finalmente un progetto unico organico e naturale!».