‘Gli Amici delle Vacanze’, parla il cast. John Cena: «Ridere, in questo momento, fa bene»

Il cast de 'Gli Amici delle Vacanze' ci racconta il film in arrivo su Disney+ il 27 agosto (e anticipa già un possibile sequel).
- - Ultimo aggiornamento
loading

Due coppie all’apparenza diversissime nei modi e nelle abitudini si incontrano in un resort in Messico. Da un lato i morigerati Marcus e Emily (interpretati da Lil Rel Howery e Yvonne Orji), dall’altro i festaioli Ron e Kyla (John Cena e Meredith Hagner). Sono i classici ‘amici delle vacanze’ che – in questa comedy – straripano oltre i confini a loro solitamente concessi e finiscono per influenzare anche la vita al di fuori delle canoniche ferie. Tra equivoci e imprevisti, Gli Amici delle Vacanze diverte ma fa anche riflettere. Diretto da Clay Tarver, Gli Amici delle Vacanze arriva il 27 agosto su Disney+ in Italia (come Star Original). A parlarcene in anteprima sono proprio i protagonisti della commedia, a partire da John Cena che veste i panni del bizzarro Ron.

«Siamo attori e credo che proviamo sempre a interpretare estensioni di noi stessi o l’opposto della nostra personalità. – riflette John Cena – Non credo che Ron indosserebbe un panciotto. Penso però che sia una persona capace di vivere il presente e godersi la vita. Credo anche che sia emotivamente connesso con se stesso. Non si vergogna. E sicuramente se c’è da divertirsi, è il capitano della nave».

Yvonne Orji interpreta invece Emily, metà della coppia più moderata della comedy.

«Emily è divertente. – commenta – Non è riservata come Marcus, vuole però che tutto fili liscio. Credo che sia una persona che voglia piacere alla gente, mi identifico molto. In effetti sto facendo molta terapia in questo periodo. Come scopriamo nel film, provare a soddisfare le persone può portare anche tanti problemi».

Gli Amici delle Vacanze

Gli Amici delle Vacanze, una storia – in fin dei conti – vera

Del resto, l’intera commedia ruota proprio intorno alle differenze e ai contrasti tra i protagonisti del film.

«Tutti andiamo in vacanza. – commenta il regista Clay Tarver – Incontri qualcuno e per una settimana diventate anche fin troppo intimi. E poi quando torni alla vita di tutti i giorni ti chiedi Siamo amici o non siamo amici? Quanto siamo amici?. In vacanza esci un po’ dalla tua comfort zone pensando di non rivedere più nessuno. Questo è un film e la premessa è Cosa succede se queste persone poi le rivedi?. Mi è capitato di incontrare persone in vacanza in Messico e pensare che saremmo stati amici per sempre. E poi una volta all’aeroporto mi son detto Forse no».

Gli Amici delle Vacanze
«L’intero cast è pieno di talento, soprattutto ognuno nella sua specialità. – aggiunge John Cena – Hanno tutti una grande personalità comica. Io li ho semplicemente lasciati lavorare, perché avere a che fare con me in una comedy è facile. Sono un ragazzone ed è ovvio andare contro lo stereotipo o buttarcisi dentro. In questo caso ci siamo immersi, perché il mio personaggio sembra cattivo, ma in realtà è molto emotivo. Amo il contrasto, soprattutto tra lui e il personaggio di Rel».

Come sottolinea Clay Tarver, ogni attore «è stato bravissimo e convincente». «Sembravano due coppie che si conoscevano da tantissimo tempo – spiega – e la loro sintonia era incredibile».

Il cast ne approfitta anche per elogiare Meredith Hagner (assente in conferenza) e raccontare quanto l’improvvisazione sia stata fondamentale sul set. «Credo che in questo film Meredith risplenda. – dice John Cena – Non è consapevole di quanto sia brava, per cui credo che tanti momenti brillanti derivino proprio dalla sua umiltà».

La pandemia e il messaggio sociale del film

Gli Amici delle Vacanze

Ma cosa, in fondo, dobbiamo aspettarci da Gli Amici delle Vacanze?

«Credo che tutti debbano prepararsi ad un film positivo. – dice Clay – Eppure abbiamo iniziato a lavorarci prima che accadesse tutto, quindi siamo stati fortunati con i tempi».

«Credo anche io. Quando è uscito il trailer molti commenti sostenevano che non vedevano l’ora di ridere. – dice Yvonne – Lo capisco. Con la variante Delta, molte vacanze sono state cancellate nella vita vera. La gente vuole solo fuggire con la mente e divertirsi. Siamo stati fortunati con i tempi, anche se abbiamo girato per 18 mesi».

«La schedule è stata abbastanza normale – aggiunge John Cena – credo sarebbe uscito comunque in questo periodo. Il punto è che è cambiato il significato delle vacanze per tutti noi. Tutti ricordiamo momenti delle vacanze e le persone che abbiamo conosciuto. È l’aspetto veramente importante di questo film. Spero che la gente si diverta e che rida. Il tema è ciò di cui ora abbiamo disperatamente bisogno, soprattutto per chi ha dovuto inventarsi un Piano B per le vacanze. Credo faccia bene alle persone sedersi e godersi un film che potrebbe ricordare loro un bel momento. Qualcosa che li faccia sorridere un po’».

Gli Amici delle Vacanze
«Rispetto a ciò che sta succedendo nel mondo, questo film sembra l’ennesima via di fuga. – dice Rel – Sembra dirti che puoi tornare ad andare in vacanza. Ma è più un’impronta di ciò che era divertente prima della pandemia. Credo che alle comedy in questo momento manchi la capacità di essere dirette e semplicemente divertenti. Questo film è così. E le risate sono importanti, soprattutto ora. Fanno bene all’anima».

Di fatto, però, Gli Amici delle Vacanze è anche un film che rovescia gli stereotipi, come accennato da John Cena in conferenza.

«Tante cose che vedete nel film – aggiunge Rel – non sono cose che solitamente vedete fare alle persone di colore. Ed è ciò che amo di questo progetto. Rende tutti umani, alla fine. È una storia sugli esseri umani, ed è solo un caso che noi siamo di colore. Non credo ci sia un messaggio sociale. Ogni personaggio è semplicemente umano a modo suo».

«Va detto però che solitamente sono le coppie di colore a causare problemi nei film, mai il contrario. – aggiunge Yvonne – In questo senso vedrete qualcosa di diverso».

E un sequel? «Ho un buon presentimento. – risponde Clay – Vedremo».