Rizzo e il singolo ‘Spaccherei’: «Un’esplosione di pensieri trattenuti»

Nuovo talento della scuderia Hateful di Emis Killa e Zanna, Rizzo ci racconta il nuovo brano ‘Spaccherei’ e il mondo musicale che le gira attorno.
-
loading

Dopo aver collaborato con Not Good in Mai più, Rizzo torna con il singolo Spaccherei per l’etichetta Hateful. Un brano energico e anticonvenzionale in cui il giovane talento della scuderia di Emis Killa e Zanna racconta un amore che finisce. Nata nel cuore dell’inverno e uscita in piena estate, la traccia ha il piglio dello sfogo e della rabbia trattenuta alimentata da rancore, rimorsi e amarezze.

Spaccherei è nata in una sera di metà gennaio in cui ero profondamente triste, arrabbiata e delusa”, ci racconta Rizzo. “Purtroppo o per fortuna, quando ho un problema, tendo a sfogarmi scrivendo e non amo parlarne con gli altri. Questo è un difetto che mi porto dietro da sempre e che poi mi fa tenere tutto incanalato nella mia testa. Fino a quando, a un certo punto, esplode nel momento in cui si accumulano pensieri e preoccupazioni”.

Spaccherei nasce proprio da un’esplosione di tutti i miei pensieri”, continua Rizzo. “L’ho scritta di getto in dieci minuti e così è rimasta, senza cambiare neanche una parola. Del mio mondo musicale racconta i suoni che vorrei riportare, sonorità lavorate insieme al mio produttore”.

LEGGI ANCHE: Franco126 e il ‘Multisala Premiere’: «La musica è una valvola di sfogo»

“Il tema è quello di un amore al capolinea”, ci dice la giovane artista consapevole del fatto che si tratti di un terreno scivoloso. “È un argomento molto trattato nelle canzoni ma che ho affrontato in maniera molto naturale. Per fare in modo che non fosse banale, ho cercato di scrivere nel modo in cui io parlerei a qualcuno, quindi usando termini colloquiali come se fosse un discorso. In questo caso, mi sfogo verso questa persona e lo faccio con le parole più naturali e usando termini semplicemente veri e sinceri. Credo che questa sia proprio la chiave della mia scrittura”.

Del suo universo di note Rizzo ci racconta: “Il mio mondo musicale è il risultato degli ultimi anni di ricerca e di studio e ma anche è un po’ frutto di casualità. Certi aspetti mi vengono proprio naturali e sono legati alla mia personalità come le melodie e i testi. Sono il frutto di ascolti che ho sempre fatto e della mia memoria istintiva. Appena ascolto una qualsiasi canzone mi rimane subito nella testa, me ne sono accorta già quando ero piccola. Sentivo, una sola volta, una canzone alla radio e continuavo a cantarla per giorni interi”. 

Fondamentale, nella costruzione del suo percorso, è il contributo di Hateful. “Spaccherei così come Mai Più di Not Good sono usciti con l’etichetta Hateful di Emis Killa e Zanna. Questa realtà è stata molto importante per indirizzarmi nell’ambiente discografico. Per quanto possa essere scontato, avere persone di un certo calibro come Emis che credono nel tuo progetto, secondo me, anche inconsciamente, aiuta la tua musica ad avere un riscontro più immediato”.

Ad accompagnare il brano è uscito anche il videoclip ufficiale. “Non racconto troppo, ma dico che è un video a libera interpretazione. Al centro c’è un triangolo amoroso pieno di litigi e rabbia… per il resto andate a vederlo!”.

Foto di Arianna Airoldi da Ufficio Stampa COCO District