Il Pagante: «’Open Bar’, un inno alla filosofia del carpe diem»

I ragazzi de Il Pagante ci raccontano il nuovo singolo 'Open Bar', un invito a cogliere sempre l'attimo nonostante le difficoltà.
-
loading

Si intitola Open Bar il nuovo singolo de Il Pagante, in uscita venerdì 11 giugno. Prodotta da ITACA (il team di Merk & Kremont) Open Bar è una metafora che invita a non fermarsi di fronte alle difficoltà e a cogliere sempre l’attimo. Ce lo raccontano Federica Napoli e Eddy Veerus, che – insieme a Roberta Branchini – compongono il trio de Il Pagante.

«Questo singolo è stato scritto prima della pandemia, ce l’abbiamo in cantiere da due anni. – ci dice Federica – Open Bar vuol dire cogliere l’attimo e approfittare di ciò che ci circonda. Possono capitare imprevisti e lo abbiamo capito in questo anno di pandemia. Il brano è un inno, un invito a ritornare ad apprezzare il tutto».

Del resto, le canzoni de Il Pagante nascono proprio come veicolo di aggregazione. E, negli anni, sono anche riuscite a raccontare un’intera generazione, che si è sempre riconosciuta nei testi ironici e talvolta provocatori.

«La nostra musica te la godi al 100% solo in live e con il fattore aggregazione. – ci dice Eddy – Il live è l’habitat perfetto per goderti la musica che facciamo. Quindi a noi manca tanto. Siamo stati fortemente penalizzati da quest’assenza, speriamo di tornare ad avere tutto quanto prima».

«Sicuramente siamo cambiati dall’inizio. Siamo cresciuti. – concludono Federica Napoli e Eddy Veerus – Quando è iniziato il progetto eravamo bambini. L’indole Pagante rimane però anche crescendo. Il Pagante è sempre un fattore comune, non ci aspettavamo di essere dei portavoce di varie generazioni».