Le ‘Notti di Luna’ di Enrico Nigiotti: «Ho imparato a godermi il momento, senza fretta»

Il nuovo singolo di Enrico Nigiotti è 'Notti di Luna', un brano nato e ispirato dall'isola di Capraia. Una fiaba che esalta la vita.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Si intitola Notti di Luna il nuovo singolo di Enrico Nigiotti, fuori venerdì 23 aprile per Polydor/Universal Music. Un brano ispirato dalle notti trascorse a Capraia, isola dell’arcipelago toscano in cui il cantautore sembra essersi avvicinato alla natura e anche a nuove prospettive.

«L’idea l’anno scorso era quella di finire il tour e poi a metà settembre prendermi mezzo anno sabbatico. – ci racconta Enrico – Volevo partire e vivermi posti isolati e selvatici, soprattutto quando non c’è turismo. È successo ciò che è successo e mi sono convinto a partire subito. Sono andato direttamente a Capraia e mi sono trasferito lì. C’erano solo pescatori, è un mondo a parte. Ho vissuto la natura, come i bambini. Ciò che mi accompagnava sempre erano il cielo e la Luna. Vivevo la Luna nelle prime ore in cui era sveglia. O alle 5.30 di mattina, quando era stanca e stava andando a letto. Mi ha ispirato, ho parlato con lei per parlare con me».

LEGGI ANCHE: Martina Nasoni, la vita in una canzone e in un libro: «Amo Vasco, Ultimo e Nigiotti»

Che Notti di Luna sia un brano importante per Enrico Nigiotti lo si capisce, del resto, dalle prime note e anche dal testo, ricco di quelle verità che si apprendono solo dopo un profondo discorso con se stesso.

Enrico Nigiotti

«È come se questa canzone mi avesse accompagnato lungo questo anno. – ci dice il cantautore – Siamo cresciuti tutti. È una solitaria riflessione, ma positiva e non negativa. Ho imparato anche questo, a vivere positivamente. Su un’isola capisci che certe cose accadono senza piani. Cerco di vedere le cose positive e di non pensare al domani. Voglio vivere il momento. La fretta è il gioco della gente. Non voglio vivermi una cosa pensando a cosa vivrò dopo».

Notti di Luna è, proprio per questo «una favola». Anche musicalmente (grazie anche al contributo di Katoo). Ci sono due chitarre acustiche che si amalgamano e una chitarra elettrica che «dà le pennellate».

«Mi sono sentito così solo quando sono uscite L’amore è e Nonno Hollywod. Sono due brani che fanno parte di un momento particolare della mia vita. Stavolta c’è un cambiamento umano e una firma stilistica, che a me piace molto».