Simone Sello, una chitarra italiana a L.A. Da Vasco Rossi a Hannah Montana.

Simone Sello produttore, compositore, songwriter, chitarrista elettrico. Intervista per Music Salad by Revenews.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Simone Sello è uno di quei italiani che, armati di coraggio e talento, hanno deciso di migrare all’estero consapevoli, probabilmente, che l’Italia ed il suo sistema “meritocratico” non sarebbero mai stati in grado di offrire tutto quello che un vero sogno merita.

Simone Sello revenews
Simone Sello Revenews

L’american dream per un musicista, un chitarrista elettrico, un rocker, nei primi anni 90, poteva avverarsi solo in una città: Los Angeles. Questa è stata la meta anche del nostro Simone. E’ dal lì, da quella costa, che sono venute fuori tutte le star delle sei corde, almeno quelle del rock. Da Van Halen (Sigh!), Steve Vai, Gilbert, Satriani, Slash, Malmsteen, la Raphael Records, alveare di giovani promesse, e il Musician Institute, la scuola per eccellenza del chitarrista rock. Era lì, in quello strano posto abitato da quindici milioni di persone tra deserto, mare e Messico (si ok, la California a sud non ha il Messico) che si concentrava il meglio dell’industria dello spettacolo in termini di talenti, opportunità e soldi. Lo era allora e lo è anche oggi, almeno in parte.

Incontriamo Simone in una intervista video L.A. – Roma. Da poco è uscito il singolo di Vasco Rossi, Una Canzone d’Amore Buttata Via, dove Simone è protagonista con uno splendido solo. La canzone è stata presentata in anteprima nella trasmissione di Bolle, Danza con Me, e domina oggi un po’ tutte le classifiche italiane. Il brano è una produzione tutta made in USA by Italians. Un dream team fatto di musicisti coordinati dal produttore Saverio Principini.

Slash and. Simone Sello

Tutto è cominciato quando Simone, ventenne, lasciando alle spalle una carriera italiota che lo vedeva protagonista nell’orchestra di Sanremo, solista con Renato Zero e giornalista del periodico Chitarre nonché guida spirituale di tanti novelli funamboli delle sei corde made in Rome, approdava a Los Angeles in pieni anni 90.

Comincia il sogno, non tutto rosa e fiori chiaramente, non saranno mancate le delusioni, i periodi tosti, ma inutile parlarne, queste cose fanno parte della vita. Dalla produzione di Warren Cuccurullo (Zappa, Duran) a quelle di Billy Sheean, bassista di ruolo nei tanti power trio (a  consigliare Sheeean Simone come produttore è stato Steve Vai, btw) fino ad arrivare a remix di successo per star della Disney come Hannah Montana, tantissime le esperienze lavorative per un curriculum ricchissimo, degno di wikipedia.

La nostra video intervista parte da un aneddoto su Slash e dal rapporto con Vasco Rossi, per arrivare a qualche considerazione sul mondo americano di oggi e sull’american dream.

#musicsalad
Marco Del Bene
@marcodelbene