Roccuzzo: «Ho capito che la semplicità paga sempre»

Roccuzzo ci racconta il nuovo singolo 'Ricominciamo da qui' e commenta la sua eliminazione ad 'X Factor 2020'.
-
loading

Dopo la sua eliminazione a X Factor 2020 – avvenuta a un passo dai live – il pubblico ha mostrato tutta la sua solidarietà nei confronti di Roccuzzo. I toni si sono alzati – soprattutto contro Emma Marrone, coach degli Under Uomini – e, mentre imperversava la polemica, Roccuzzo ha deciso di rispondere con la musica, rilasciando il singolo Ricominciamo da qui.

«È il mio primo singolo in italiano perché prima cantavo musica dance in inglese. – ci dice Roccuzzo, in diretta nella puntata #3 di Music SaladRicominciamo da qui l’ho scritto io, lavorando con alcuni autori. Ci saranno poi tante novità musicali. È da due anni che scrivo canzoni mie, a X Factor non l’ho detto, ma è stata una scelta personale. Non volevo dare tutto il mio mondo subito, voglio farlo scoprire piano piano a chi mi seguirà. Parlo di esperienze di vita che sono accadute a me o alle persone che mi sono accanto».

Classe ’96 e siciliano doc (trasferitosi per motivi lavorativi a Luino al confine con la Svizzera), Roccuzzo inizia proprio ad avvicinarsi alla musica con alcune cover su Youtube e Instagram. Scoperto dall’etichetta discografica Bit Records, realizza poi alcuni singoli dance che vengono trasmessi anche su molti network come Radio Deejay, 105 e m2o.

«Amo la musica in generale, ma mi è sempre piaciuta la musica dance, forse perché l’ho scoperta da ragazzino. – racconta Roccuzzo – A livello tecnico è più immediata. Due anni fa, poi, ho incontrato Danilo Amerio. Per me lui è stato l’ancora per iniziare il mio progetto. Mi ha detto che potevamo lavorare su un mondo sentimentale. Ero interessato, ma non mi sentivo all’altezza. In realtà quello che è successo mi ha spronato molto in questo senso».

«Ho letto tanti commenti, sono quasi tutti positivi. In qualche messaggio dicevano però che ero un personaggio costruito. In realtà io sono un po’ strambo e sono stato molto insicuro in passato. La prima volta sul palco X Factor mi dicevo che avrei ricevuto solo no e che avrei finito di cantare. E invece è successo tutto l’opposto».

«Avevo tanta paura. – ci spiega ancora Roccuzzo –  X Factor è una macchina bellissima e molto veloce. Ci si arriva con una propria identità. Ci sono andato essendo me stesso e avevo paura che le persone pensassero che fossi troppo semplice. Non mi aspettavo tutto questo, ma la conferma avuta dal pubblico mi ha fatto capire che la semplicità manca davvero. Tutti vogliono sembrare unici, ma ognuno di noi è unico a suo modo. Bisogna essere solo se stessi».

Roccuzzo e il ‘no’ di Emma Marrone a X Factor

«All’inizio ho visto il bicchiere vuoto. Pensavo di aver fallito per il mio obiettivo. – ci confessa Roccuzzo – Pensavo che più fossi rimasto nel talent e più la gente si sarebbe affezionata. Ora vedo il bicchiere mezzo pieno e voglio essere positivo. Un format lascia il tempo che trova. X Factor è una vetrina, se lasci qualcosa alla gente la strada è fuori. Sto percependo che c’è un inizio e ne sono onorato».

«Capisco la motivazione di Emma e la accetto. Voglio lanciare un messaggio per me molto importante: una cosa è commentare il programma e un’altra è criticare la persona. Nessuno ha il diritto di criticare la vita di qualcun altro. Emma ha fatto le sue scelte e le accetto. Lei aveva una sua visione e in questa visione io non c’ero. Questo grande no mi servirà per crescere anche di più».