Mannarino, il brano-inno ‘Cantaré’ per chi non ha voce: il testo della canzone

Dopo il singolo ‘Africa’, Mannarino pubblica il brano ‘Cantaré’ che anticipa ufficialmente l’album ‘V’, dal 17 settembre. Ecco testo e audio.
- - Ultimo aggiornamento
loading

È Cantaré il nuovo singolo con cui Mannarino ha deciso di anticipare il progetto discografico ‘V’ (Polydor/Universal Music Italia) atteso per il 17 settembre. Il brano – che arriva dopo il precedente Africa – è un vero e proprio inno che vuole dare voce a chi non ne ha. Prodotto dallo stesso Mannarino con Joey Waronker e Iacopo Brail Sinigaglia (quest’ultimo ne co-firma anche la musica), la canzone si apre in un’atmosfera di solitudine che si scioglie in un canto corale.

È il racconto di un percorso che sa di speranza e fiducia nel quale italiano, romanesco e spagnolo si rincorrono ritmicamente come a costruire un rituale antico. È la forza della Voce umana che si libera nel canto trovando nel gruppo il proprio posto, quello che fa superare l’essere soli. Così, anche la rabbia e il dolore, la resistenza e l’amore si risolvono insieme in un grido di riscatto. Preghiera e rivolta.

Cantaré aggiunge, quindi, un nuovo tassello al quadro musicale ed emotivo di ‘V’ che Mannarino ha già definito come il disco più politico e visionario della sua carriera.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da MANNARINO (@mannarino)

LEGGI ANCHE: J-Ax: «La gente cool fa più morti delle polveri sottili»

Mananrino: il testo di ‘Cantarè’

In principio era la voce
Si fa per dire
La voce del padrone
Per obbedire
La voce nella mia testa
Per impazzire
La voce del tuo silenzio
Il suono più grande
La voce delle mie vene
Un altro taglio
La voce delle bandiere
La suona il vento
La voce delle sirene
La voglio sentire
La voce degli innamorati
Se ne va per venire

Cuando una voz no se para
Se le pica la oreja al patrón
Però mi voz sigue alegra
Porque yo tengo mi amor
Cantaré porque quita el dolor
Cantaré hasta que alcanze la voz

Cantarono nelle strade
Per non morire
Cantarono nelle gabbie
Per non impazzire
Cantarono addosso al muro
Davanti a un fucile
Colpo su colpo vedrete questo muro cadere

Cantaré
Come canta un cieco
Cantaré
Come un tuono nel cielo
Como lloró
Perché vale oro
Questa vita che grida da sola mentre canta in un coro

Core mio canta pe’ me
Tu c’hai labbra de miele
Core mio dimmelo te
Che la musica cambia
Se te voi bene

Cuando una voz no se para
Se le pica la oreja al patrón
Però mi voz sigue alegra
Porque yo tengo mi amor
Cantaré porque quita el dolor
Cantaré para no matarla señor

Cantarono nelle strade
Per non morire
Cantarono nelle gabbie
Per non impazzire
Cantarono addosso al muro
Davanti a un fucile
Colpo su colpo vedrete questo muro cadere

Cantaré
Come canta un cieco
Cantaré
Come un tuono nel cielo
Como lloró
Perché vale oro
Questa vita che grida da sola mentre canta in un coro

Foto Magliocchetti da Ufficio Stampa Wordsforyou