Amadeus pronto per il suo terzo Sanremo: «Non vedo l’ora di iniziare»

A pochi giorni dall’avvio ufficiale della kermesse, Amadeus ha raccontato il suo terzo Festival di Sanremo e la selezione delle canzoni.
- - Ultimo aggiornamento
loading

I preparativi fervono in quel di Sanremo dove il direttore artistico e conduttore Amadeus si è già trasferito armi e bagagli. E mentre il contro alla rovescia è agli sgoccioli, Ama si lascia andare a qualche considerazione ai microfoni di Rai radio2, radio ufficiale di Sanremo 2022. “Come cambiano il presidente della Repubblica cambieranno anche il conduttore di Sanremo. Tre mandati comunque li ho portati a casa, non vedo l’ora di iniziare questo terzo Festival. Dopo vedremo, l’importante è chiudere nel modo migliore”.

LEGGI ANCHE: Stefano Vicario e la regia di Sanremo 2022: «Voglio sottolineare la presenza del pubblico»

Le giornate sanremesi scorrono fra prove e preparativi: “Ora è un vero ritiro tra albergo e teatro a causa della pandemia”, afferma Amadeus. “Nel primo anno della mia conduzione ci si poteva anche godere delle bellezze di Sanremo. Qui si lavora da settembre, quest’anno sono arrivate circa 300 canzoni candidate”.

“La prima scrematura è stata fatta tra ottobre e novembre, ma le ultime due settimane di novembre sono fondamentali” , continua il conduttore. Arrivi a un punto che ne scegli 50, poi arrivi a 30 e poi non riesci più a toglierne nessuno. Ma 30 erano troppe e quindi ne ho scelte 22 , oltre alle tre dei ragazzi”.

Ma come, e soprattutto dove, avvengono gli ascolti decisivi? “Ascolto la musica in auto, è un buon banco di prova. Se mi piace il pezzo mi concentro, se mi distraggo vuol dire che mi è piaciuto meno. In macchina sento la musica ad alto volume e a volte mi capita, quando abbasso il finestrino, di chiuderlo in fretta, quando mi accorgo che magari c’è qualche altro automobilista nei pressi”.

LEGGI ANCHE: Tutto quello che puoi chiedere ad Alexa durante Sanremo

L’ultimo pensiero non può che essere per la squadra del cuore, l’Inter, al momento prima in classifica. “C’è il derby e non vorrei distrarre la squadra prima di questa partita”, dichiara Ama a proposito di possibili ospiti. “Anche nel 2020, dopo la finale di Sanremo, c’era il derby”, conclude il conduttore.

Foto Kikapress