Emma Marrone: «Niente concerti in estate? Giusto e doveroso»

Emma Marrone racconta la sua quarantena a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora.
-
loading

Emma Marrone racconta la sua quarantena a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora. Intervenuta ai microfoni del programma condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari, la cantante ha spiegato come vive questi giorni di isolamento, tra cucina, sport, faccende di casa, con un pensiero a coloro che stanno subendo gravi danni economici a causa dell’emergenza Covid-19. Dieci anni fa lei vinse Amici. Che effetto le ha fatto vedere la vincitrice di questa edizione sola in studio? «L’immagine è stata forte, poverina – ha affermato Emma – non credo che sia stato pazzesco per loro esibirsi senza il pubblico. Però hanno dimostrato di esser veramente coraggiosi e sono contenta per Gaia che ha vinto e anche per tutti gli altri ragazzi».

Come si immagina quest’estate in cui, molto probabilmente, non si potranno tenere concerti? «Penso che sia giusto e doveroso per cercare di arginare al massimo questo problema. Ci vuole del tempo e dovremo cambiare le nostre abitudini. Quest’estate non potremo fare come ci pare ma è giusto così, le ricadute sono peggio, lo dicono i medici». Voi cantanti, tuttavia, non potete certo lavorare in smartworking. «Troveremo un modo alternativo. Ora sono più preoccupata per chi lavora nelle piccole e medie imprese, sono le persone più colpite ed è giusto che tutti gli sforzi debbano esser dedicati a loro. Noi ritroveremo il modo per cantare, ci saranno sicuramente delle bellissime alternative, ci organizzeremo». In questi giorni ha cantato anche lei dai balconi? «Mi sono unita al coro di chi cantava», ha concluso Emma a Un Giorno da Pecora.

Fonte Video: Ufficio Stampa Un Giorno da Pecora