Edoardo De Angelis: sabato 24 luglio a Trevignano Romano

Il noto cantautore e paroliere romano, dopo l’uscita del suo nuovo e ispirato album Io volevo sognare più forte, presenta 'Anna ha visto la luna', un recital che raccoglie storie d'amore e di vita dedicate a tutte le donne.
-
Edoardo De Angelis: sabato 24 luglio a Trevignano Romano

Nell’ambito delle iniziative promosse da Idee in itinere in collaborazione con l’Arena Palma di Trevignano Romano sabato 24 luglio (Viale G. Garibaldi 48 –ore 19.30 Ingresso 8 € – Info – 06.9999796), Edoardo De Angelis presenta Anna ha visto la luna, un recital che raccoglie storie d’amore e di vita dedicate a tutte le donne alle quali non siamo mai sufficientemente riconoscenti.

Tutto prende spunto da Lella, la celebre canzone che vinse la censura per cui si contano a centinaia le versioni dal vivo, un brano entrato di diritto nell’immaginario delle canzoni popolari con decine di artisti, cantanti, attori, che l’hanno cantata e la cantano ancora, come ogni domenica in coro allo stadio Olimpico fanno i sostenitori della Roma, intonata anche da Daniele De Rossi nel ritiro della nazionale italiana di calcio all’inizio della bella e fortunata avventura del campionato europeo.

Canzone che oggi, per la prima volta in 50 anni, si mostra anche nello struggente videoclip con le belle immagini del cortometraggio omonimo a firma di Michele Capuano. Il programma del recital prevede alcune canzoni mai cantate dal vivo, e alcune tra le più significative del nuovo album Io volevo sognare più forte (Il Cantautore Necessario/Egea, 2021) con cui il cantautore romano festeggia il cinquantesimo di attività approfondendo tematiche a lui care da sempre: la difesa dei diritti (L’apertura della caccia), l’attenzione verso i più fragili (Lettera dall’inferno e Il lupo non verrà), il confine tra sogno e realtà (L’orso e la stella), la cura dei sentimenti (Nel mio cuore e Cuore selvatico), la posizione dell’uomo nel mondo e nella storia (Il dolore del mondo).

Album in cui si segnala anche un forte e dichiarato tratto politico in favore dell’Europa unita, quasi un manifesto europeista, nelle canzoni Prima d’essere l’Europa e Le strade d’Europa, scritte a quattro mani con Francesco Giunta. Spiega lo stesso De Angelis:  «Amo molto raccontare queste canzoni solo con voce e chitarra, stabilire con il pubblico un rapporto diretto, immediato di complicità per condividere un atto di impegno personale a protezione dell’universo femminile, sensibilizzare, e tenere sempre accesa l’attenzione sul drammatico disagio sociale della violenza contro le donne». Il concerto si terrà all’aperto, nel rispetto delle misure atte al contenimento dell’emergenza sanitaria Covid-19.