Zucchero ricorda Pavarotti: «Era mondiale, ma sempre umile»

Ospite di Mara Venier a 'Domenica In', Zucchero ricorda la sua amicizia con Luciano Pavarotti e racconta alcuni aneddoti.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Ospite di Domenica In, nella puntata andata in onda domenica 20 dicembre, Zucchero ricorda – insieme a Mara Venier – l’amico e collega Luciano Pavarotti.

LEGGI ANCHE: Zucchero: «Non posso fare a meno di suonare dal vivo»

«Ricordo benissimo quel giorno, eravamo alla Royal Albert Hall e dovevamo fare le prove il pomeriggio. – racconta Zucchero, commentando una foto mostrata da Mara Venier che immortala il cantautore insieme a Luciano Pavarotti. – La mattina mi chiama Nicoletta dicendomi che Luciano non stava bene e che non riusciva a spingere sul diaframma a causa di un intervento. Disse Guarda non ce la farà a venire. Io ero a Londra e lui era ancora a casa. Capii la situazione. Poi verso mezzogiorno mi chiamò e mi disse Non ti posso lasciar cadere, arrivo. Non faccio le prove ma arrivo. Non lo dimenticherò mai, è stato un atto di grande amicizia. Sono le cose che fanno bene».

«Lui pur essendo mondiale – conclude Zucchero – era rimasto umile, genuino. Ci facevamo gli scherzi come i bambini e parlavamo in dialetto».

Durante la puntata di Domenica In, Zucchero si è esibito con la sua band cantando alcuni brani tratti dal nuovo album D.O.C., oltre ad alcuni classici del suo repertorio come Così Celeste.

La puntata è su www.raiplay.it