Davide Van De Sfroos torna live a Milano: «Come la prima volta»

Davide Van De Sfroos ha lanciato anche a Milano la sua freccia musicale, facendo breccia nel cuore degli spettatori del Teatro Dal Verme.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Dopo tanta attesa, Davide Van De Sfroos ha lanciato anche a Milano la sua freccia musicale. Il cantautore ha fatto breccia nel cuore degli spettatori del Teatro Dal Verme, sold out per una delle tappe più acclamate della sua nuova avventura live, il Maader Tour prodotto da MyNina.

LEGGI ANCHE: Davide Van De Sfroos, esce ‘Maader Folk’: «Il mio antidoto al lockdown»

Van De Sfroos Milano

«Finalmente si riparte. – commenta Van De Sfroos – Le prime date sono state speciali perché non esagero dicendo che abbiamo riprovato le emozioni delle prime volte. Questa clausura e questa assenza dal palco è pesata non poco. E ci ha disabituato a determinate emozioni. È comprensibile quindi che ci sia un’ansia alleata, l’impazienza tipica dei bambini. Tornare in teatri come questo ha rivitalizzato tutto».

Accompagnato dall’inossidabile Maader band – sei polistrumentisti in grado di sprigionare una potenza di fuoco notevole – l’artista si è donato per oltre due ore, in un crescendo di parole e musica, al pubblico milanese, portando sul palco le 15 canzoni piene di storia e di storie dell’ultimo album Maader Folk e brani-simbolo del suo repertorio (da Ninna nanna del contrabbandiere a Yanez), per regalare un bis di autentica energia e adrenalina con Pulenta e galena fregia e La curiera.

Van De Sfroos Milano

«Come ci si sente sul palco quando finalmente liberi le canzoni rinchiuse in un disco troppo tempo?. – continua il cantautore – Ci si sente estremamente bene. Essere lì con le persone è il motivo esatto per cui un giorno ho preso la chitarra e ho deciso di fare questo lavoro. La scaletta è strutturata per far ascoltare il nuovo disco, perché queste canzoni non hanno visto la luce per troppo tempo. Devo mettere però anche le mie canzoni. E poi, la scaletta cambia a seconda delle città o del momento storico che stiamo vivendo. Uscendo da una pandemia ci siamo infilati in una guerra».

Stasera Van De Sfroos replica a Milano, poi di nuovo in viaggio seguendo un itinerario che non è soltanto geografico ed emotivo, ma molto simile ad un sogno illuminato dalla voglia di tornare a suonare dal vivo. Che Maader Tour sia!

Van De Sfroos Milano

Foto: Roberta Baria