Venditti & De Gregori cinquant’anni dopo: «Il nostro antagonismo? Se c’era, era solo artistico»

Rimandato a causa della pandemia, debutta con una grande festa all’Olimpico il tour di Venditti & De Gregori che continuerà per tutta l’estate.
- - Ultimo aggiornamento
loading

A distanza di cinquant’anni esatti dalla loro prima volta insieme discograficamente (era il 1972 e l’album si intitolava ‘Theorius Campus’), Antonello Venditti e Francesco De Gregori sono pronti per il tour che finalmente prende vita dopo essere stato rimandato causa Covid-19. “L’idea di cantare insieme non ci era mai passata dalla testa”, racconta il principe spiegando l’origine del progetto live che impegnerà i due cantautori romani per lungo tempo dall’Olimpico alle location outdoor ai teatri.

“Abbiamo cominciato entrambi da ragazzini e le nostre carriere si sono sviluppate in maniera parallela”, prosegue De Gregori. “E sono state due carriere anche diverse per repertorio, stile atteggiamento ma è rimasto questo essere stati allattati dallo latte. Avevamo fatto un tour in Ungheria quando eravamo ragazzi e ci era piaciuto. Così adesso lo rifacciamo, siamo arrivati al momento giusto”.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Friends and Partners (@friendsandpartners)

“Le nostre storie si sono divise subito – prende la parola Venditti – ognuno di noi ha fatto la sua. Ed è bellissimo ritrovarsi ora, a un punto anche storico importante. È un punto da cui ripartire, qualcosa che dovevamo compiere. Le nostre strade parallele, alla fine, sono confluite in maniera naturale. Siamo fratelli allattati dalla stessa lupa”. Eppure, a lungo, si e voluto vedere in Venditti e De Gregori due sfidanti.

“Noi veniamo anche da Coppi e Bartali, nel senso che siamo stati visti per tanti anni soprattutto dai fan come antagonisti”, riconosce Antonello. “Ma se l’antagonismo c’era era solamente a livello artistico. Se, per esempio, io sentivo una bella canzone di Francesco ero contento, come se l’avessi scritta io. E credo che la stessa cosa sia stata per lui”.

LEGGI ANCHE : – Ying Li, dalla Cina a Milano: «Affascinata dal potere della musica»

“Ogni tanto qualche scintilletta di fare qualcosa insieme c’è stata – ammette ancora Venditti – ma non in modo strutturato. Questa volta ci siamo detti: ‘lo dobbiamo fare’. Perché sarà un Venditti & De Gregori e un De Gregori & Venditti compiuto”.

E se il tempo fra loro sembra quasi non essere passato, ciò che conta oggi è il bagaglio che ciascuno dei due artisti porta con sé e mette a disposizione dell’altro. “È bello anche avere la consapevolezza della strada fatta. – continua Venditti – Non credo sia capitato a nessuno ritrovarsi così, con quella voglia quando il pianoforte e la chitarra chiamano. L’amicizia, ovviamente, non guasta. Da parte mia ci sono profondo rispetto e stima per Francesco”.

“Insieme, riscopriamo le canzoni l’uno dell’altro e ci vengono dei colpi ogni volta – affermano all’unisono – È come se oggi avessimo il tempo di ragionare sulle cose mantenendo un atteggiamento sempre bambino … Anche un po’ cazzaro, con la voglia di muovere il culo, di suonare e provare sensazioni”.

LEGGI ANCHE : – Caparezza al Lucca Summer Festival l’1 luglio

“Non abbiamo ragionato in termini di manuale sulla scaletta” aggiunge De Gregori parlando dei concerti in preparazione. “Piuttosto abbiamo scelto un bel suono, un’intuizione, una sensazione. La setlist cambierà anche a seconda dei nostri stati d’animo, stiamo ancora costruendo tutto. La cosa interessante è che non è una gara, non è neanche un’esercitazione. Noi siamo qualcosa di diverso come se fosse nato un duo, qualcosa di nuovo e pieno di sorprese”.

“Quello che vogliamo cercare di fare è far diventare le canzoni di tutti e due quando le intoniamo,  vogliamo dare la sensazione di andare oltre il fatto di chiedersi di chi è quel brano. Questa è la chiave di tutto”, concludono.

Le date del tour ‘Venditti & De Gregori’

Dopo la grande festa di sabato 18 giugno allo Stadio Olimpico di Roma, il tour proseguirà durante l’estate 2022 (prodotto e organizzato da Friends & Partners):

  • 7 luglio – FERRARA – Piazza Trento Trieste (Summer Festival)
  • 10 luglio – LUCCA – Piazza Napoleone (Summer Festival)
  • 12 luglio – PALMANOVA (UD) – Piazza Grande (Estate di Stelle)
  • 14 luglio – MAROSTICA (VI) – Piazza Castello (Summer Festival)
  • 16 luglio – CATTOLICA – Arena della Regina 
  • 18 luglio – TREVISO – Arena della Marca
  • 19 agosto – FASANO (BR) – Piazza Ciaia 
  • 21 agosto – LECCE – Pala Live (Oversound Festival)
  • 23 agosto – ROCCELLA JONICA (RC) – Teatro al Castello (Summer Festival)
  • 27 agosto – TAORMINA (ME) – Teatro Antico 
  • 28 agosto – TAORMINA (ME) – Teatro Antico

I biglietti per le nuove date del tour estivo sono in prevendita dalle 11.00 di martedì 1 marzo. I biglietti acquistati in precedenza per il concerto allo Stadio Olimpico di Roma restano validi per la data di sabato 18 giugno.

Foto di Benedetta Pistolini da Ufficio Stampa P&D