Vacancy: nuovo singolo/video per Son Lux

Seconda traccia estratta dal capitolo finale del progetto in tre volumi Tomorrows. Ancora un’affascinante testimonianza di una particolare esplorazione sonora, fra post rock ed elettronica.
-
Vacancy: nuovo singolo/video per Son Lux

Vacancy è il secondo singolo/video del capitolo finale del progetto in tre volumi Tomorrows dei Son Lux (fuori il 16 aprile su City Slang), la cui edizione fisica deluxe completa sarà rilasciata il 30 luglio, sempre su City Slang. Strati di pianoforte in sordina si depositano in un ostinato acquoso che forma la corrente sotterranea di una cullante canzone. La vocalist Kiah Victoria duetta con il cantante della band, Ryan Lott e suoni luccicanti e tremanti accompagnano le voci, mentre il batterista Ian Chang crea un sussurrante tappeto di percussioni. Lasciando il posto a una linea di basso del chitarrista Rafiq Bhatia, la musica assume una nuova traiettoria nei suoi momenti finali. Una potente domanda aleggia nel ritornello: “Posso amarti di più solo andando via?”. Ryan Lott, Rafiq Bhatia e Ian Chang, attuali membri del progetto post rock/elettronico statunitense Son Lux, puntano così su principi instabili: squilibrio, interruzione, collisione, ridefinizione. Ma nonostante tutta la sua instabilità, l’esplorazione di Tomorrows dei punti di rottura e dei luoghi di attrito prolungato è in definitiva al servizio di qualcosa di gratificante e necessario: l’atto di mettere in discussione, sfidare, abbattere e ricostruire attivamente la propria identità. D’altronde sin dall’inizio, Son Lux ha operato come una fucina di sperimentazione. La band si sforza di mettere in discussione i presupposti profondamente radicati su come viene prodotta la musica e prova a ricostruirla a livello molecolare. Quello che era iniziato come un progetto solista per il fondatore Ryan Lott si è allargato nel 2014, grazie ad una unione d’intenti con Ian Chang e Rafiq Bhatia troppo forte per essere ignorata. Il trio ha rafforzato ed affinato un’intuizione collettiva attraverso album come Bones (2015) e Brighter Wounds (2018). Un linguaggio musicale accuratamente coltivato, radicato nella curiosità e nel bilanciamento degli opposti che evita, in gran parte, l’omologazione. Eppure, la band rimane in debito con artisti iconoclasti del soul, dell’hip-hop e dell’improvvisazione sperimentale che a loro volta hanno tracciato nuove strade. Distillando queste varie influenze, Son Lux cerca l’equilibrio tra la cruda intimità emotiva e le meticolose costruzioni elettroniche. Un progetto affascinante e da seguire, dunque, con grande attenzione.

Son Lux
Tomorrows III

City Slang
Release Date: April 16th, 2021

Track List:
Unbind

A Different Kind of Love
Upend
Plans We Make [feat. Kadhja Bonet]
Glimmer
Come Recover
Sever [feat. Holland Andrews]
The Hour
Embrace
Vacancy [feat. Kiah Victoria]