Winston Marshall dei Mumford & Sons annuncia «una pausa» dalla band

Winston Marshall dei Mumford & Sons ha annunciato una pausa dalla band dopo il polverone sollevato dal suo endorsement al libro di Andy Ngo.
-
Winston Marshall dei Mumford & Sons annuncia «una pausa» dalla band

Winston Marshall dei Mumford & Sons – attraverso un tweet – ha annunciato una pausa dalla band. Il banjoista del gruppo è finito nell’occhio del ciclone dopo aver supportato il libro di Andy Ngo, scrittore notoriamente di destra.

«Nei giorni scorsi ho capito meglio quanto dolore abbia causato il libro che ho supportato. – ha scritto Winston Marshall – Non solo ho offeso tantissime persone che non conosco, ma anche persone a me vicine. Compresi i miei compagni di band, e di questo sono molto dispiaciuto».

LEGGI ANCHE: Nightwish, l’addio di Marko Hietala: «Disilluso dal mondo della musica»

«Come risultato delle mie azioni – continua Marshall – per un po’ di tempo mi allontanerò dalla band per analizzare i miei punti ciechi. Per ora, per favore sappiate che ho capito quanto il mio supporto possa essere potenzialmente visto come un’approvazione dell’odio e di un comportamento divisivo. Mi scuso, non era assolutamente la mia intenzione».

Winston Marshall, qualche giorno fa, aveva pubblicato su Twitter la foto del libro Unmasked: Inside Antifa’s Radical Plan to Destroy Democracy. Il tweet è stato ora cancellato, ma la didascalia recitava: «Finalmente ho avuto il tempo di leggere il tuo importante libro. Sei un uomo coraggioso» (riferito ovviamente al suo autore).

Andy Ngo è considerato vicino a gruppi di destra particolarmente estremisti (e a volte anche con derive violente). Da qui il dissenso dei fan dei Mumford & Sons. La band non ha per il momento rilasciato dichiarazioni.