Ornella Vanoni: «Il segreto per restare giovani? Tanta curiosità e voglia di vivere»

Ornella Vanoni si racconta a RTL 102.5 prima della 'Suite 102.5 Prime Time Live', tra Sanremo e trasgressioni in carriera.
- - Ultimo aggiornamento
loading

In diretta su RTL 102.5 – durante l’esibizione di Ornella Vanoni alla Suite 102.5 Prime Time LiveVirginia Raffaele ha chiamato al telefono a sorpresa. Tra le tantissime imitazioni che hanno reso celebre la Raffaele al grande pubblico, c’è infatti anche quella di Ornella Vanoni. Le due hanno battibeccato (soprattutto sul ‘rumore della goccia’) e scherzato in diretta, dimostrando un grande affiatamento.

Prima della Suite 102.5 Prime Time Live, Ornella Vanoni è stata intervistata su RTL 102.5 in Non Stop News. Il programma è condotto da Giusi Legrenzi, Pierluigi Diaco ed Enrico Galletti.

LEGGI ANCHE: Ornella Vanoni ospite a Sanremo, le anticipazioni sugli ospiti italiani

«Sicuramente Sanremo è una vetrina importante. – ha commentato la Vanoni – Adesso Amadeus ha scelto tanti ragazzi, anche rapper, quindi forse questa volta i ragazzi lo guarderanno».

«Per un comico il pubblico è fondamentale. – ha poi aggiunto – Devo dire che Crozza è geniale ad andare davanti così senza il pubblico. Invece per un cantante basta che si accenda la luce rossa delle telecamere e il cantante è emozionato perché ci sono milioni di persone che lo guardano, è la stessa identica cosa».

Ornella Vanoni e il segreto per sentirsi sempre giovani

Quando le viene chiesto il segreto per essere ancora così giovani, la Vanoni risponde che «bisogna avere il cervello che funzioni e tanta curiosità».

«La voglia di vivere, di divertirsi ancora, perché la musica è un bellissimo gioco».

E parlando della cosa più trasgressiva fatta in carriera conclude:

«In carriera, se per trasgressione si intende fare un disco come Argilla, un capolavoro che io sapevo di volere ma anche che non avrebbe venduto perché di un livello troppo alto, con tutti jazzisti in diretta in studio. Poi la trasgressione è stata dire a Fabrizio Ferri Adesso io mi metto nuda e mi dipingete tutta nera e di segni tribali e questa sarà la copertina».