Neffa torna con il singolo ‘Aggio perzo ‘o suonno’ feat. Coez prod. TY1: il testo

È uscito venerdì 12 febbraio ‘Aggio perzo ‘o suonno’, il singolo del ritorno sulle scene di Neffa che firma la traccia insieme a Coez. Ecco testo e audio della canzone.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Torna Neffa che, dopo alcuni anni di silenzio discografico, venerdì 12 febbraio ha pubblicato il suo nuovo singolo. Il brano si intitola Aggio perzo ‘o suonno e vede la collaborazione di Coez mentre TY1 ne è produttore. Ad annunciare la release è la Numero Uno, storica etichetta fondata da Mogol che nel 2020 è stata rilanciata da Sony Music.

Neffa entra così nel roster della discografica di cui inaugura le uscite di questo 2021. E per il suo ritorno musicale, l’artista non solo ha scelto come compagni di viaggio la penna di Coez e la produzione di TY1, ma ha optato anche per il napoletano. Aggio perzo ‘o suonno è cantata, infatti, in napoletano e anticipa l’album sui Neffa è attualmente al lavoro.

La  Numero Uno si dice “orgogliosa di partecipare alla nuova avventura discografica di uno degli artisti più eclettici e innovativi del panorama musicale nazionale, in un progetto che si annuncia unico nel suo genere.”

LEGGI ANCHE: Mecna con Ghemon e Ginevra in ‘Soli’: «Spero vi farà stare bene»

Insieme alla copertina del singolo, Coez ha pubblicato sui social una didascalia che ha alimentato la curiosità dei fan. “Una volta un ragazzo commentò un mio post scrivendo: ‘Se Neffa e Coez facessero un feat a chi dei due spetterebbe fare il ritornello?’ Il 12 febbraio lo saprete.” Ecco di seguito il testo di Aggio perzo ‘o suonno che risponde alla domanda.

Neffa: il testo di ‘Aggio perzo ‘o suonno’ feat. Coez prod. TY1

Tutte dormono
Stongo sulo je
Aggio perzo ‘o suonno
Aggio perzo ‘o suonno
Tu nun chiamme maje
Tu nun scrive cchiù
Aggio perzo ‘o suonno
Aggio perzo ‘o suonno

A volte è un inferno la notte
Solo chi batte sé stesso è forte
L’avevi promesso
Ora che ci penso tu no
Ma le bugie hanno le gambe corte
Ti stava bene quel mascara nero
E mi chiedevo
Oh ma sarà vero?
Anche se sotto c’era il trucco
si vedeva tutto che ero fottuto davvero

Ho fatto un sogno che sembrava vero
C’eri tu c’ero io che un po’ non c’ero
E stonavi le mie canzoni schivavo discussioni
E tu non c’eri davvero

Tutte dormono
Stongo sulo je
Aggio perzo ‘o suonno
Aggio perzo ‘o suonno
Tu nun chiamme maje
Tu nun scrive cchiù
Aggio perzo ‘o suonno
Aggio perzo ‘o suonno

Tu ca viene ccà e abballe attuorn‘a me
Tu ca si’ ‘na luce ca voglio veré
Tu ca già ‘o ssaje buono comme so’
Tu ca già me tiene si me vuò
Tu ca si’ ‘na voce ca nun vò parlà
Tu ca si’ ’n’abbraccio ca nun cerca a me
Tu si’ comm’a fin’e chesta notte
Ca nun vene pure si esce ‘o sole

Stanotte è buio ma acceca
Lo abbiamo fatto e non eri te
È notte fonda nel petto
C’è una discoteca
E non capisco come
Come fai a lasciare tutto dietro
A seppellirmi sotto un come stai come stai?
E io rispondo senza dire mai il vero
E tu lo fai senza parlare davvero
Davvero

La differenza fra una cura e una medicina
La stessa fra che ti cattura e che ti rapina
E’ un testa a testa mica ci avvicina
Mica ci avvicina

Tutte dormono
Stongo sulo je
Aggio perzo ‘o suonno
Aggio perzo ‘o suonno
Tu nun chiamme maje
Tu nun scrive cchiù
Aggio perzo ‘o suonno
Aggio perzo ‘o suonno

Tu ca viene ccà e abballe attuorn’a me
Tu ca si’ na luce ca voglio veré
Tu ca già ‘o ssaje buono comme so’
Tu ca già me tiene si’ me vuò
Tu ca si’ ‘na voce ca nun vò parlà
Tu ca si’ ’n’abbraccio ca nun cerca a me
Tu si’ comm’a fin’e chesta notte
Ca nun vene pure si esce ‘o sole

Foto da Ufficio Stampa GOIGEST