Barack Obama e Bruce Springsteen si raccontano in ‘Renegades’, dal 26 ottobre

Uscirà il 26 ottobre in contemporanea mondiale ‘Renegades. Born in the USA’, volume scritto a quattro mani da Obama e Springsteen.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Non sono certo due persone qualunque: da una parte il 44esimo presidente degli Stati Uniti e dall’altra una leggenda del rock. Barack Obama e Bruce Springsteen pubblicano Renegades. Born in the USA, in uscita mondiale il 26 ottobre 2021 ed edito in Italia da Garzanti. Il volume raccoglie il dialogo onesto e personale tra le due grandi personalità iniziato con l’omonimo podcast coprodotto con Spotify.

Grazie alla collaborazione con Higher Ground, quel confronto diventa ora un libro annunciato da Markus Dohle, CEO di Penguin Random House, che ne ha acquistato i diritti. Il volume, già tra i titoli più attesi dell’autunno, conterrà anche rare fotografie tratte dagli archivi privati degli autori e materiale inedito che accompagnerà la conversazione tra Obama e la rockstar. Tra le chicche, anche versi scritti a mano da Springsteen e discorsi annotati dell’ex presidente.

Tanti i temi trattati, dall’amore per la musica a riflessioni sociali sull’America contemporanea con le sue molteplici contraddizioni. Come due vecchi amici, Barack e Bruce si confrontano anche sulle loro esperienze personali parlando di matrimonio, paternità, impegno e modelli del passato e del presente. Tutto a suon di musica.

Renegades. Born in the USA: dall’introduzione dei due autori

Obama - Springsteen

“Negli anni, abbiamo scoperto di condividere una comune sensibilità a proposito del lavoro, della famiglia, dell’America”, scrive Obama nelle prime pagine. “A modo nostro, Bruce e io abbiamo percorso un viaggio parallelo per comprendere questo paese che tanto ha donato a entrambi; per raccontare la storia del suo popolo; e per cercare un legame tra il nostro bisogno di senso, di verità, di comunità, con la più profonda storia dell’America”.

“Le conversazioni che io e Bruce abbiamo avuto nel 2020 mi appaiono urgenti oggi come lo erano allora”, continua l’ex presidente USA. “Rappresentano il nostro continuo sforzo per capire come siamo giunti dove siamo e come possiamo raccontare una storia che inizi a ridurre quella distanza che si è creata tra gli alti ideali americani e la realtà”.

L’annuncio della pubblicazione di Renegades. Born in the USA è stato accompagnato anche da un estratto dell’introduzione curata da Springsteen. Si legge: “Abbiamo parlato seriamente del destino del paese, della sorte dei suoi cittadini e delle forze distruttive, corrotte e negative che vorrebbero distruggere ogni cosa. Di questi tempi, mentre viene seriamente messo in discussione chi siamo davvero, non possiamo abbassare la guardia. Un serio dibattito su chi siamo e chi vogliamo diventare può forse servire come guida per alcuni nostri concittadini…”

LEGGI ANCHE: ‘Summer of Soul’, Ahmir ‘Questlove’ Thompson: «Spero che porti alla luce altre storie dimenticate»

“Viviamo tempi in cui dobbiamo domandarci chi vogliamo essere e che paese vogliamo lasciare ai nostri ragazzi”, scrive ancora il musicista. “Ci lasceremo sfuggire dalle mani la parte migliore di noi, o ci riuniremo per affrontare le fiamme? In questo libro non troverete risposte a questi interrogativi, ma troverete due persone che fanno del loro meglio per porsi le domande giuste”.

La versione in lingua inglese di Renegades verrà pubblicata nel Regno Unito e nei territori del Commonwealth da Viking (Penguin General Book presso Penguin Random House UK). Inoltre, il volume verrà pubblicato in altre sette lingue, ovvero spagnolo, tedesco, portoghese, portoghese brasiliano, francese, italiano e olandese.

Foto di Rob DeMartin da Ufficio Stampa Garzanti