Aka 7even a Sanremo: «Un tassello in più per crescere»

Aka 7even ci racconta il suo Sanremo, le prove con l'orchestra e 'Cambiare' scelta come cover. La nostra intervista.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Aka 7even debutta al Festival di Sanremo con il brano Perfetta Così, una power ballad dalle tonalità rock, scritta di getto durante una giornata in studio, a partire da un giro di chitarra. Un viaggio quello di Luca Marzano che parte da lontano, come racconta la biografia 7 Vite (edita da Mondadori).

«Al ragazzino della biografia oggi direi di continuare a essere ciò che è e di fare tutte le esperienze, belle e brutte. – ci dice subito Aka 7even, dalla sua camera a Sanremo – Perché lo porteranno a raggiungere i propri obiettivi. Essere all’Ariston per me è un sogno che si realizza».

LEGGI ANCHE : Aka 7even a Venezia78: «Sempre sognato di lavorare nel cinema attraverso la musica»

Un messaggio contenuto anche nel brano sanremese, che riprende i racconti del libro e quella spiacevole sensazione di non accettarsi.

Aka 7even

«Perfetta Così racconta di come non mi amassi, al punto da non stare bene con me stesso. È un lavoro che ho fatto pian piano, con la consapevolezza di ciò che ho realizzato di essere. Sentivo il bisogno di scriverne, ma non dando voce a me stesso. Volevo parlare a una donna, come se fosse mia madre. Vorrei che chi ne ha bisogno si rispecchi in tutto ciò che ho scritto».

Per Aka 7even la consapevolezza è arrivata crescendo e maturando.

«Penso che sia una qualità non dare fiducia a tutti al 100%. – riflette – Col tempo ho imparato a dare fiducia a me stesso e a contare sulle mie spalle. Sicuramente prima non chiedevo aiuto, tendevo ad aiutarmi da solo. Poi ho capito che non c’è niente di male nel chiedere aiuto. Siamo esseri umani e non siamo nati per essere soli».

Intanto, nella serata delle cover, insieme ad Arisa, Luca canterà Cambiare di Alex Baroni («Sono nato con la discografia di Alex Baroni», ci spiega), mentre nel futuro prossimo Aka 7even anticipa di volersi concentrare sul tour e sul nuovo album.

«Sto sperimentando tanto. Sanremo, in questo senso, è un tassello in più per farmi maturare. – conclude – Voglio cogliere tutto. È un palco importantissimo e l’intenzione è crescere e continuare a sognare. Arriverà un progetto discografico, ma sto ancora lavorando».

Foto: Antonio De Masi