Jessia e l’EP ‘How Are You?’: «Non ho avuto limiti»

Jessia ci racconta l'EP d'esordio 'How Are You?', prodotto da Ryan Tedder e Elijah Wood. La nostra intervista.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Si intitola How Are You? l’EP di debutto di Jessia, uscito venerdì 15 ottobre 2021. Il progetto esce per Artist Driven Records di Ryan Tedder (in collaborazione con Republic Records), che – insieme a Elijah Wood – ha anche prodotto le tracce dell’album.

Dal successo virale globale precedentemente pubblicato I’m not Pretty, al più seducente e sognante singolo pop First Call, l’EP di sei canzoni racconta la vita di tutti i giorni di Jessia senza filtri.

«È strano perché stiamo vivendo la pandemia, ma onestamente questo è stato l’anno più bello della mia vita. – ci dice Jessia – Penso che tutto l’EP sia introspettivo. È una sorta di analisi mia e dei miei amici e sono sicura che non avrei scritto questo EP se non ci fosse stata la pandemia. In un certo senso ho potuto stare da sola e farmi domande difficili, analizzarmi e conoscermi più in profondità. Ci ho scritto qualche canzone ed eccoci qua!».

La prima traccia, First Call, è probabilmente il lato più intimo di tutta la tracklist.

«Volevo regalare alle persone un lato completamente diverso di me. – spiega la cantautrice – Tutte le canzoni che ho rilasciato in precedenza erano upbeat, anche se un po’ amare. Erano tutte molto realistiche, ma First Call è una sorta di respiro in questo mio viaggio. Di fatto è un EP molto cronologico. Perché First Call è la prima canzone che ho scritto ad essere finita nell’EP. L’ho scritta due anni fa, era un brutto periodo. L’EP finisce però con But I Don’t, che è la fine del tunnel perché amo me stessa, la mia vita e sono libera dai pensieri negativi».

Jessia

Jessia e il successo di I’m not Pretty

All’inizio di quest’anno, Jessia ha condiviso con il suo pubblico la canzone inno all’accettazione del proprio corpo I’m not Pretty. Certificato disco di platino, il brano ha raccolto oltre 215 milioni di stream globali e 10 milioni di visualizzazioni. La traccia è inoltre esplosa su TikTok dove la stessa Jessia l’ha presentata con una versione acustica, collezionando milioni di visualizzazioni in un solo giorno e catturando l’attenzione di Elijah Woods e, più tardi, di Bebe Rexha, che si è unita al remix.

«Se devo essere sincera, con I’m not Pretty ho passato un periodo folle! – ci spiega Jessia – Se penso che è diventata virale grazie ai video di TikTok di 15 secondi… Tutte le altre canzoni erano già finite, ma questa era incompleta e l’abbiamo scritta in due giorni per poi rilasciarla tre giorni dopo. In un certo senso ha aperto la strada a tutto l’EP solo per il fatto che non ho avuto freni. Ma è sfiancante anche essere diretta e dire ciò che si vuole. È stato terrificante, ma penso di non poter più tornare indietro. Credo che ora sarò costretta ad essere per sempre così, me stessa. Se vi piaccio bene, altrimenti mi dispiace».

Eppure, parlare di disturbi alimentari in una canzone pop è stata sicuramente una sfida.

«Dobbiamo parlare di queste cose, nel pop non senti spesso parlare di disturbi alimentari. – conclude – Mentre registravo avevo paura, mi chiedevo Ma posso dirlo? o È troppo?. Alla fine però sono fiera che non sia troppo e che la canzone sia arrivata a tante persone. Dalle mamme dopo il parto ai ragazzi adolescenti che soffrono di disturbi alimentari e iniziano a chiedere aiuto. Mi ha fatto capire che è un problema più grande di quanto si pensi e che non riguarda solo le ragazze e le donne, ma anche gli uomini. Anche gli uomini si guardano allo specchio e non si piacciono. Mi piace il fatto che questa canzone non abbia genere e che sia per tutti. Perché tutti possono sorridere al loro ombelico allo specchio».

Jessia, How Are You?: la tracklist

1. First Call
2. I’m not Pretty
3. How Are You?
4. HELL OF IT
5. Be Here Now
6. But I Don’T