Cmqmartina, ‘se mi pieghi non mi spezzi’: «Spesso sono stata la peggior nemica di me stessa»

Venerdì 19 marzo è uscito ‘se mi pieghi non mi spezzi’, il nuovo singolo di cmqmartina che ci racconta come nato il brano. Testo e audio della canzone.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Si intitola se mi pieghi non mi spezzi il nuovo singolo di cmqmartina, giovane talento che torna dopo il debut album ‘Disco’ e l’esperienza a X Factor 2020. La miscela di elettronica, dance e cantautorato è la firma con cui l’artista ventenne si sta facendo apprezzare nella nu-dance italiana. Nella traccia, oltre alla penna di cmqmartina, ci sono Riccardo Zanotti dei Pinguini Tattici Nucleari e Giorgio Pesenti che firmano la composizione.

“È un pezzo che ho scritto qualche mese fa in un momento particolarmente buio della mia vita – ci racconta la cantautrice – È una sorta di grido nei confronti di chi ha cercato di ferirmi, di chi ha cercato di farmi del male e, tra di loro, ci sono anche io. Spesso sono stata la peggior nemica di me stessa”.

Il brano, diventa, così un monito: “L’ho scritto per ricordarmi che tante volte, anche se tutto sembra andare a rotoli, c’è dell’altro – continua cmqmartina – Domani è un altro giorno e il sorriso arriverà di nuovo. Spero di potervi trasmettere questa speranza nei confronti del domani e vi dico: vogliatevi bene, rispettate voi stessi e i vostri tempi. Perché non siamo tutti uguali”.

Spero anche di farvi ballare con la cassa dritta – conclude la giovane artista – Ballare mi aiuta molto e quindi spero che sia di aiuto anche a voi.

LEGGI ANCHE: La storia di Nathan Evans e il potere della musica: «La mia vita è cambiata in un istante»

Cmqmartina: il testo di ‘se mi pieghi non mi spezzi’

Mi piace correre il rischio
verso la direzione
che non decideresti mai di prendere
ti cerco in ogni canzone
ma mi basto da sola
anche se la corrente mi trascina via
da tutte queste persone
parlo senza sapere
come se fosse che niente mi faccia stare bene
da quando sono partita
guardo cose diverse
come se fossero uguali
ma va bene così

Ballerò tra le stelle accese
scoprirò scoprirò l’amore
ed abbasso le mie difese
se mi pieghi non mi spezzi
non mi spezzi
non mi spezzi
non mi spezzi
se mi pieghi non mi spezzi

Ho imparato a mie spese
che avere ragione
non è così importante come sentirsi bene con me stessa
prendo tempo per capirmi meglio

Ballerò tra deserti e chiese
dai miei occhi la bocca beve
sulla pelle colori e pietre
se mi pieghi non mi spezzi
non mi spezzi
non mi spezzi
non mi spezzi
se mi pieghi non mi spezzi

Mentre me ne andavo via da te
sui prati le ore passavano lente
quando tornerò saprai che
se mi pieghi non mi spezzi

Ballerò tra le stelle accese
scoprirò scoprirò l’amore
ed abbasso le mie difese
se mi piego giuro non mi spezzerò
Ballerò tra deserti e chiese
dai miei occhi la bocca beve
sulla pelle colori e pietre
se mi piego giuro non mi spezzerò

Foto di Jessica De Maio da Ufficio Stampa Astarte Agency