‘Sott’Acqua’, Fre: «Viviamo da anni in un’ampolla, dobbiamo uscirne»

Fre ci racconta il singolo 'Sott'Acqua', metafora di una vita trascorsa 'in un'ampolla' da cui non riusciamo a uscire.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Si intitola Sott’Acqua (Pasta e Flow Entertainment\Warner Music) il nuovo singolo del rapper milanese Fre, già autore di Influencer e Gomorrista, con oltre un milione di visualizzazioni su Youtube e con più di un milione di streams su Spotify.

«Ho scritto questo brano prima della quarantena. – ci dice Fre – Già prima del lockdown vedevo che le persone erano dentro questa ampolla, sempre immerse nei problemi. È una cosa che succede a tutti, anche a me. Ho iniziato a mettere giù due righe su questa cosa, perché le tracce precedenti erano molto leggere, erano per divertirsi. Anche per portare un po’ di pubblico, dico la verità. I ragazzini in quel momento tendevano ad ascoltare la trap che non dice nulla».

LEGGI ANCHE: La ‘Brigatabianca’ di Samuel: «La musica è il mio cibo»

Scritto e prodotto da Fre presso il Wall of Sound Studio a Milano, Sott’Acqua è un brano che si rivolge a tutti coloro che si trovano ad affrontare delle difficoltà e che si sentono schiacciati da esse. Il brano è anche un chiaro riferimento alla difficile situazione socio-economica che il nostro paese sta attraversando, con l’esortazione a non smettere di sognare.

«Il testo l’ho scritto in due giorni, mi è venuto spontaneo. – dice Fre – In studio l’abbiamo messa giù e abbiamo scelto una produzione molto semplice. C’è un piano e un ritornello che richiama la trap e che mi riporta alle mie origini».

Una traccia malinconica in un certo senso, ma pure sempre speranzosa. «Nell’ampolla ci siamo da anni – aggiunge infatti Fre – Dobbiamo uscire dall’acqua e iniziare a vivere».

Sott’Acqua di Fre, un nuovo inizio?

«In Gomorrista ho provato a parlare dei ragazzi che scimmiottano gli Stati Uniti. A me dà fastidio. – ci dice ancora Fre – Io so come si vive nelle popolari e non è una cosa figa come sembra. Quelle robe mi stavano sui coglioni. Ho iniziato a buttarle nelle canzoni e, facendo così, mi sono anche distanziato da ciò che dicono tutti. Mi sono differenziato in qualche modo».

All’anagrafe Francis Adesanya, Fre ha iniziato producendo i primi mix tape ed esibendosi in piccoli locali e scantinati. Successivamente, è entrato a far parte di un gruppo che gli ha aperto la strada a diverse collaborazioni con artisti come Tormento, Vacca, DJ Fede degli atipici di Torino, Enz Benz e Ronnie Jones. Nel 2017 è uscito il suo primo brano dal titolo Solo, a cui sono seguiti i singoli Fatti Di Stelle, Il Cielo Con Un Dito e Joe Bastianich che lo portano a firmare con la Thaurus Music/ Visory Records e alla prima pubblicazione del suo album Gomorrista con oltre 1 milione di streams su Spotify.

«C’è un’evoluzione. – conclude Fre – Lì ero abbandonato in un angolo come un cane, è difficile mettere insieme un team se non hai credibilità. Ora abbiamo un team solido ed è più facile lavorare, non devo fare tutto da solo. Però ho resistito alla fine».