‘I Cavalieri di Castelcorvo’, fantasy e magia: «Insieme ci siamo divertiti»

Arriva su Disney+ il 6 novembre la serie kids 'I Cavalieri di Castelcorvo'. La nostra intervista ai quattro ragazzi protagonisti.
- - Ultimo aggiornamento
loading

Arriva il 6 novembre su Disney+ I Cavalieri di Castelcorvo, la nuova serie kids tutta italiana prodotta da The Walt Disney Company Italia in collaborazione con Stand By Me. Quindici episodi che, tra avventura e fantasy, vi trasporteranno nel magico e bizzarro mondo di Castelcorvo, dove i quattro protagonisti della storia scopriranno amicizie, fiducia e coraggio.

Girata tra Roma e alcuni dei più caratteristici borghi del Lazio, questa nuova produzione nel segno dell’avventura avrà per protagonisti i due fratelli Riccardo e Giulia, rispettivamente di 11 e 13 anni che, a causa degli impegni di lavoro dei genitori, dovranno trasferirsi a Castelcorvo dalla zia Margherita per frequentare la scuola. Una volta giunti lì, i ragazzi conosceranno gli altri due protagonisti della serie, Matteo e Betta, due coetanei del posto ritenuti outsider per via delle loro stranezze.

«Abbiamo girato nel Lazio ed è stato bello scoprire posti nuovi. – ci dice Fabio Bizzarro, che interpreta Riccardo, la mente dei Cavalieri – Era divertente passare le giornate insieme. Mi sono divertito sempre, il momento più difficile sicuramente è stato l’ultimo giorno».

«Per me il giorno in cui mi sono divertito di più è stato il primo. – ci racconta Mario Luciani, che veste i panni di Matteo. – Ero super gasato, avevo l’adrenalina dentro le vene. Uno dei momenti difficili è stato quando ho dovuto girare una scena da solo e avevo un monologo di due pagine. Mi hanno aiutato tutti. Non sarei mai riuscito a ricordarmelo a memoria».

I Cavalieri di Castelcorvo: location straordinarie tra i borghi del Lazio

«Le location erano straordinarie. – ci dice Margherita Rebeggiani (Betta) – Mi piacciono molto i paesini antichi, disabitati. Abbiamo girato in vari borghi del Lazio e soprattutto a Torre Alfina. Il posto era stupendo. Il momento più bello per me sono stati tutti, è stata un’esperienza molto formativa. Mi sono piaciute le scene in bicicletta. Momenti difficili non ce ne sono stati perché stando insieme ci siamo molto divertiti».

«Ho amato moltissimo i posti. – conclude Lucrezia Santi (Giulia) – Le scene più belle quelle son state quelle che ho girato con gli animali, tra cui un serpente e un corvo. Mi sono divertita. Mi ha anche aiutato a superare la paura dei serpenti. Il momento più brutto è stato l’ultimo giorno, siamo scoppiati tutti a piangere».