Dente presenta il nuovo album: «Si apre un’altra parentesi»

A tre anni dal precedente, Dente torna con un album che porta il suo nome, muovendosi tra introspezione e racconto degli altri. La nostra intervista.
-
loading

Ci sono voluti sei album perché Giuseppe Peveri, in arte Dente, pubblicasse un disco – il settimo della sua carriera, appunto – che avesse come titolo il proprio nome. Una scelta, identitaria prima ancora che artistica, che nasce innanzitutto da un desiderio di cambiamento. E come ogni cambiamento porta con sé una nuova partenza.

“Questo potrebbe essere definito come il mio secondo primo disco – ci spiega Dente – Solitamente i dischi di debutto sono omonimi e questo è effettivamente una seconda fase. Col precedente disco ho chiuso i primi dieci anni di carriera ricordando i miei esordi e ho voluto chiudere una parentesi per aprirne un’altra adesso, dopo tre anni.”

Un disco omonimo ora? Ci stava come rinascita, nuova e diversa. È un disco molto collaborativo che racconta il mio desiderio di cambiare e superare dei miei limiti personali.

A tre anni da Canzoni per metà, da venerdì 28 febbraio è disponibile Dente (INRI/Artist First), undici tracce che, come scrive l’artista, “sono passate sotto le mani, le orecchie e i giudizi di tanta gente prima di vedere la luce.”

LEGGI ANCHE: Piero Pelù sulla violenza contro le donne: «Serve intervento immediato»

Il titolo ego riferito non deve trarre in inganno perché c’è l’io ma ci sono anche gli altri. “Più che linee tematiche, c’è un comune denominatore che sono io: questo disco è un lavoro introspettivo in cui mi faccio tante domande, scavo nei ricordi e faccio ragionamenti sul futuro.”

In questo disco parlo tantissimo di me, anche attraverso gli altri, e spero di parlare anche degli altri parlando di me.

E se al momento risultano sospesi gli appuntamenti instore, Dente si prepara a presentare il progetto dal vivo che lo porterà sui palchi per tutta l’estate, “fino a quando ne volete”. Parola di Dente.

Foto di Ilaria Magliocchetti Lombi da Ufficio Stampa Parole e Dintorni