Greta Zuccoli – Ogni cosa sa di te

- - Ultimo aggiornamento
Greta Zuccoli – Ogni cosa sa di te

Sostenuta da Diodato, che nel giorno della finale di Sanremo Giovani ha più volte invitato a sostenerla dai suoi social, la ventiduenne Greta Zuccoli porta all’Ariston il brano Ogni cosa sa di te. Di origini napoletane, l’artista ha aperto i concerti dell’ultimo vincitore della kermesse ligure e ha collaborato con Damien Rice.

«Tutte le colleghe artiste che ho avuto modo di conoscere in questa esperienza erano bravissime e con progetti molto interessanti – esordisce Greta – Sono sicura che, a prescindere da questa esperienza, faranno i loro percorsi. Sono molto contenta di essere qui a rappresentare questa categoria, il livello era molto alto.»

«Era tantissima l’emozione – continua la cantautrice parlando della performance al Casinò – e non vedo l’ora di riguardare la puntata. Tra le donne in gara fra i Big mi piacciono molto Arisa, Mailka Ayane e Gaia: son molto felice di questa rappresentanza femminile. E sono anche molto curiosa di ascoltare il brano di Francesca Michielin con Fedez. Il cast è splendido.»

A proposito dell’incontro con Diodato, che insieme a Tommaso Colliva ha lavorato agli arrangiamenti del suo brano, Greta Zuccoli spiega: «Per me Antonio è un riferimento artistico importante, abbiamo un rapporto molto bello. L’ho accompagnato nei concerti del suo tour estivo ed è stata un’esperienza bellissima, in cui ho avuto modo di conoscere l’umanità grande dietro questo artista che già stimavo tantissimo. Avevamo tanta voglia di suonare in un anno difficile ed è stato splendido condividere il palco con grandi musicisti. È stato come essere accolta in una grande famiglia.»

«La musica fa dei regali e fa incrociare le strade: io sono grata che mi sia successo con Antonio Diodato perché è un artista speciale. Mi riconosco in moltissime cose di lui. Che cosa mi ha consigliato? Di essere me stessa e vivere la musica in maniera serena.»

Chi è Greta Zuccoli

Al confine tra il trip hop e il cantautorato italiano, la voce di Greta Zuccoli è da subito riconoscibile e arriva a toccare le corde più profonde dell’anima. Cantautrice napoletana, Greta ha avuto un percorso insolito e ricco di collaborazioni importanti che l’hanno portata in breve tempo a percorrere la strada da solitsta. Nasce con i Greta & The Wheels, band partenopea di cui è la fondatrice. Nella sua musica risuonano echi brit – folk che si fondono con la melodia italiana. Scoperta da Damien Rice, quasi per caso, durante un concerto del cantautore irlandese, Greta ha duettato con lui all’ Olympia di Parigi e per tutta la durata del tour estivo in barca a vela, “Wood Water Wind Tour”.

Greta partecipa al film “Il ladro Di Giorni” di Guido Lombardi con Riccardo Scamarcio, cantando dal vivo la canzone “Un’altra vita o ieri” in una scena in cui figura assieme ai protagonisti. La sua voce ritorna nel brano “Stolen Days” che accompagna i titoli di coda del film. Collabora, inoltre, in qualità di cantante al progetto di Amnesty International Eleanor’s Dream, che la vede ospite di vari eventi in tutta Europa. Nell’estate del 2020 partecipa al tour estivo del cantautore Diodato “Concerti di un’altra estate”, come membro della sua band. Greta è tra i 10 finalisti di “Amasanremo” con il suo brano “Ogni cosa sa di te”, il talent delle giovani proposte per Sanremo 2021.