"Lei ha ritrovato nel mio lavoro quello che come mamma avrebbe dovuto affrontare"

-

Un libro che si colloca è a metà strada tra un catalogo d’arte e un racconto, una sorta di libretto delle istruzioni.

All’inizio non era convinto di pubblicarlo, ma poi le parole di una neo-mamma gli hanno dato la spinta giusta.

“Ero in attesa di una visita medica e vicino a me c’era una mamma con un bambina di pochi mesi. Il suo volto era triste molto triste. Così mi sono avvicinato e abbiamo scambiato qualche parola. Quando mi ha detto che la figlia aveva l’ostiogenesi imperfetta, d’istinto ho tirato fuori il computer e le ho fatto leggere il mio lavoro.

E’ rimasta colpita, mi ha chiesto chi lo avesse scritto… Le risposi che era un autore anonimo, che avevo trovato in rete. Poi aggiunse che era bellissimo, perché era una guida di quello che lei come mamma avrebbe dovuto affrontare. E così mi sono deciso”.

Crediti foto@Ufficio Stampa O.I. L’arte in una frattura