VR Cinema: arriva il primo cinema in realtà virtuale con Rai Cinema

Da sabato 12 febbraio, in collaborazione con Rai Cinema, molti film e cortometraggi entrano a far parte dell'offerta del Museo nazionale Scienza e Tecnologia di Milano
- - Ultimo aggiornamento
loading

Il Museo nazionale Scienza e Tecnologia di Milano torna ad avere una sala cinematografica. Da sabato e domenica 12-13 e 19-20 febbraio, dopo quarant’anni dalla chiusura del cinema ospitato in quello che è oggi l’Auditorium, il Museo allestisce una VR zone permanente in Sala Bifora. Il tutto grazie alla partnership con Rai Cinema.

All’interno di VR Cinema la nuova sala in realtà virtuale, attraverso l’utilizzo di visori Pico Interactive, sarà infatti possibile per il pubblico del Museo immergersi all’interno delle più innovative frontiere della filmografia, tra sperimentazione e interattività.

LEGGI ANCHE : >> Il mondo di Paris Hilton sbarca nel metaverso di Roblox

I titoli di febbraio

Cortometraggi su temi di attualità, docufilm inediti, interviste esclusive a grandi protagonisti del cinema italiano e internazionale. Sono questi i contenuti selezionati da Rai Cinema Channel VR, la piattaforma di Rai Cinema dedicata alla creazione di produzioni originali in realtà virtuale (VR), che nel corso dell’anno si succederanno nel palinsesto VR Cinema del Museo.

Tra i protagonisti del mese di febbraio c’è “Vulcano“, diretto dal regista Omar Rashid e proiettato in anteprima proprio al Museo. Si tratta di un documentario sull’eruzione del vulcano islandese Fagradalsfjall con voce narrante di Valentina Lodovini. Ma c’è anche “Happy Birthday“, il cortometraggio sul fenomeno degli hikikomori con le musiche di Achille Lauro. E ancora “Being an Astronaut“, il primo film in VR mai girato nello spazio che racconta la preparazione degli astronauti.

Il ruolo di Rai Cinema

Il Museo si avvale della partnership con Rai Cinema per variare e implementare la sua tipologia di offerta di contenuti in VR. A questa si aggiungono prodotti autoriali dal taglio cinematografico di genere fiction e documentario sui temi di scienza, società e attualità. Il tutto per un’esperienza visiva unica in uno spazio permanente e suggestivo.

In occasione di weekend speciali, sarà inoltre possibile abbinare alle attività virtuali anche visite guidate nelle sezioni espositive legate ai temi dei film. Sarà anche possibile partecipare a incontri dedicati con esperti, curatori del Museo e autori dei contenuti cinematografici.

Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema, commenta: “L’apertura di un nuovo spazio VR permanente rappresenta per Rai Cinema un altro passo nel nostro percorso di posizionamento sui temi dell’innovazione e di costruzione di una cultura digitale nel campo dell’audiovisivo. Siamo felici di poter aggiungere un altro polo di fruizione delle nuove forme di linguaggio cinematografico in un network in continua evoluzione. Come servizio pubblico sentiamo il bisogno di facilitare l’esperienza audiovisiva in ogni sua declinazione, di avvicinare ogni tipo di pubblico rendendo la fruizione del VR sempre più accessibile e creando un ponte tra gli spettatori e i produttori”.

Foto: Ufficio Stampa Quattrozeroquattro