I Treni passano… Io no, Il rock n roll di Paolo Nofri, una ventata di freschezza anni 80.

I Treni passano… Io no, Il rock n roll di Paolo Nofri Fuori il 7 giugno su tutte le piattaforme digitali, un album autoprodotto dal carismatico cantate italiano.
- - Ultimo aggiornamento
I Treni passano… Io no, Il rock n roll di Paolo Nofri, una ventata di freschezza anni 80.

I Treni passano… Io no di Paolo Nofri, ascoltato in anteprima da Revenews ci travolge con una vera energia da teenager fine anni 80. Un sound perfetto che ci catapulta in una sequenza di brani intrisi di erotismo e sensualità totalmente dedicati a chi ha vissuto la giovinezza tra Guns n Roses e Motley Crue. Rock n Roll vero e proprio che si spinge fino al grunge in brani come “Aprirò”. Dodici tracce rigorosamente in lingua italica, una vera impresa. 

Chitarre che bruciano, riff dopo riff, sapori dal piacevolissimo gusto Kiss. Qui non c’è niente di gender fluid, i testi sono semplici e diretti e l’oggetto della maggior parte delle liriche è la donna, la sofferenza, il dolore. Tutto il lavoro propone una forma di canzone classica, quella che abbiamo perso nella saga del loop di questi ultima anni anni. Se state cercando strofe e ritornelli qui ne avete in abbondanza. Una dedica perfetta con una reference puntualissima al sound made in 80s. Un progetto a metà strada tra lo studio e il provino che proprio in questo ha il suo fascino e la sua forza come i primi album di Kravitz. Qui Nofri, produttore e artista, suona praticamente tutto.

Glam Rock di una generazione che in Italia ha visto i propri albori con i primi Litfiba. I treni passano … Io. no, propone una track list dalla grande vena melodica . Un coraggioso atto di libero divertimento che, nella sua fragilità e imperfezione, rimette al centro la voglia di saltare sul letto e battere il tempo sul tavolo. 

Su tutto svetta la voce di Nofri dotato di uno strumento notevolissimo, un cantato dal grande vibrato che si muove dal Piero Pelu al Rollins James Dio, passando per Axl Roses di Dentro a Quei Blue Jeans. Più semplicemente Paolo Nofri è uno che sa cantare e non te lo manda a dire, chiaro il suo stile può non piacere ma, se si hanno chiari certi riferimenti di stile, non puoi che apprezzarlo.

Un album di esordio che si offre come un dono ad una  generazione oggi costretta a cambiare pagina per l’ennesima volta.  I Treni passano… Io no,  una colonna sonora  dedicata a chi, malgrado tutto, si sente ancora una ragazzo o ragazza indomabile.

In uscita su tutti gli store dal 7 Giugno. 

Foto credits Ufficio Stampa.